CRESCENTINO: Condannato per possesso di stupefacentiArticolo precedente
VERRUA SAVOIA: Condivisione dei servizi comunali: deciderà la nuova AmministrazioneArticolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

VERCELLI: Processo “Terre d’Acqua”, venerdì la sentenza?

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
VERCELLI: Processo “Terre d’Acqua”, venerdì la sentenza?

VERCELLI. (r.g.) La Procura vercellese contesta a Roberto Rosso e agli amministratori della società l’uso dei fondi pubblici. Dopo la requisitoria del Pm gli avvocati difensori degli imputati stanno concludendo le arringhe.

Si è conclusa ieri, martedì 28, al Tribunale di Vercelli la requisitoria del processo “Terre d’Acqua” sull’uso dei fondi pubblici da parte della società ideata dall’ex parlamentare trinese Roberto Rosso. Secondo la Procura, che ha indagato sui fondi stanziati dalla Provincia di Vercelli e dal Comune di Trino a “Terre d’Acqua, una parte dei «risparmi» sulle gare di appalto – in totale 70 mila euro – sarebbero stati utilizzati in maniera irregolare, avvantaggiando l’attività politica di Rosso, “dominus” della società (poi trasformata in Fondazione).

Per Rosso, accusato di peculato e associazione a delinquere, il pubblico ministero Pier Luigi Pianta ha chiesto la condanna a 4 anni e 6 mesi di carcere. Sarebbe stato proprio lui, secondo l’accusa, a indurre gli amministratori di Provincia e Comune di Trino (i due azionisti della Fondazione) ad assecondare le richieste di finanziamento. Per l’ex assessore trinese Alessandro Giolito e per Nicola Sirchia (assessore a Casale Monferrato e consigliere provinciale) la pena richiesta è di quattro anni; per Gianfranco Chessa (ex direttore provinciale della provincia) e Roberto Saviolo (ex assessore provinciale) tre anni e sei mesi, per l’ex sindaco di Trino Giovanni Ravasenga la pena richiesta è di tre anni, per tino Candeli due anni e un mese e per Cinzia Joris due anni.

La parola è poi passata ai difensori: l’avvocato Roberto Rossi per Candeli, Giovanni Fontana per Joris e Francesco Picco per Ravasenga; le arringhe proseguiranno fino a venerdì, giorno in cui è prevista la sentenza.

Nella foto: Il Tribunale di Vercelli

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Pubblicità

Pubblicità

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Francesco Borasio
September 16, 2017 Francesco Borasio

Impossibile non condividere il testo......oltre agli schiamazzi,una occhiata ai numerosi rifiuti gettati a terra è [...]

vedi articolo
Stefano Di Tano
September 11, 2017 Stefano Di Tano

Sono pienamente d'accordo con la disamina del direttore, e la ritengo fra le più chiare [...]

vedi articolo
gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo