Piscine, tutta la minoranza (16 consiglieri) chiede che ne discuta il Consiglio comunaleArticolo precedente
La Pro Vercelli corsara a TerniArticolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

Un’indomita Pro acciuffa il pareggio al 95′ su rigore

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
Un’indomita Pro acciuffa il pareggio al 95′ su rigore

Al “Piola” con l’Avellino finisce 1-1: reti di Verde e Comi dal dischetto. Si torna subito in campo: sabato 4 marzo le bianche casacche in trasferta a Terni.

VERCELLI. Quando ormai le tribune del “Piola” si stavano svuotando, e i tifosi vercellesi iniziavano a commentare l’ennesima sconfitta casalinga, la Pro Vercelli su rigore ha acciuffato il pareggio e raddrizzato (in parte) la serata.
Serata che si era messa male fin dall’inizio: Avellino in vantaggio già all’8′, con Verde che batte due volte un rigore assegnato per fallo di Vives sul mobilissimo Ardemagni. Il primo lo segna, ma l’arbitro fa ripetere. Il secondo viene respinto da un reattivo Provedel, ma Verde si avventa sulla ribattuta e butta la palla in rete.
Per tutto il primo tempo la Pro – ancora orfana degli infortunati La Mantia, Luperto, Altobelli, Vajushi, Morra e Nardini, e scesa in campo nella stessa formazione che ha vinto a Cesena tre giorni fa – manovra e costringe l’Avellino nella propria metà campo, ma gli irpini si difendono con ordine e tentano qualche contropiede. Rolando Bianchi fa da centroboa e prende tante botte, Emmanuello e Aramu tentano incursioni dalla trequarti, ma la diga avellinese non cede. Molti calci d’angolo per i vercellesi, ma senza esito: si va al riposo sull’1-0.
Nel corso della ripresa mister Longo cambia l’esterno destro (Germano rileva Berra) e il reparto offensivo: Aramu e Bianchi lasciano il posto a Starita e Comi. Ed è proprio Comi, nei minuti di recupero, a trasformare con freddezza il rigore assegnato per fallo di Moretti sulla linea di porta: spiazza l’ottimo Radunovic e chiude la partita sull’1-1.
L’Avellino recrimina per l’occasione sfumata ma allunga la serie positiva: va a punti da nove giornate, l’ultima sconfitta risale al 17 dicembre. La cura Novellino – subentrato in panchina a Toscano dopo un inizio di campionato stentato – sta dando i suoi frutti.

Pareggia la Pro, che sale a 29 punti, pareggiano le dirette concorrenti per la salvezza: il Vicenza anch’esso a 29, Latina e Cesena si dividono la posta e salgono a 30. Perde il Brescia, che resta a quota 31, e perde la Salernitana (32): nella zona calda la classifica resta corta. Sconfitti anche i fanalini di coda Trapani (25) e Ternana (23). E proprio a Terni, sabato 4, la Pro Vercelli dovrà andare a cercare tre punti indispensabili per risalire la classifica: al di là delle chiacchiere in conferenza stampa, 6 partite vinte su 28 disputate sono troppo poche per salvarsi.

PRO VERCELLI (3-4-2-1): Provedel; Legati, Bani, Konate; Berra (17’ st Germano), Vives, Palazzi, Mammarella; Aramu (22’ st Starita), Emmanuello; Bianchi (22’ st Comi). A disposizione: Zaccagno, Eguelfi, Castiglia, Gilardi, Baldini, Osei. All. Longo.
AVELLINO (4-4-1-1): Radunovic; Gonzalez, Jidayi, Djimsiti, Laverone; Lasik, Moretti, Paghera (30’ st Omeonga), D’Angelo; Verde (11’ st Castaldo); Ardemagni (23’ st Eusepi). A disposizione: Lezzerini, Perrotta, Migliorini, Belloni, Solerio, Camara. All. Novellino.
Arbitro: Martinelli di Roma
Reti: 8′ Verde (A), 95′ rig. Comi (PV)
Ammoniti: Legati (PV), Gonzalez (A), Moretti (A), Comi (PV).

[nella foto: il rigore calciato da Verde]

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Pubblicità

la prima pagina del giornale in edicola

Mercoledì 10 Dicembre 2014 la prima pagina del giornale in edicola

Pubblicità

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Combine per far dimettere l’opposizione? Potete attaccarvi al tram. | Paola Olivero
December 29, 2014 Combine per far dimettere l’opposizione? Potete attaccarvi al tram. | Paola Olivero

- essere rinviato a giudizio per calunnia nei confronti di un pubblico dipendente http://www.lagazzetta.info/pasteris-denuncia-il-geom-ceresa-per-abuso-dufficio-e-peculato-ma-e-un-bo… [...]

vedi articolo
Jokrah
August 12, 2014 Jokrah

La toponomastica funziona. Dovrebbero funzionare però anche i ritrovamenti archeologici. Anche nell'area nord orientale del [...]

vedi articolo