FONTANETTO PO: Una domenica di Articolo precedente
LIVORNO FERRARIS: Domenica la festa degli AlpiniArticolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

TRINO: «Un fondo specifico per l’emergenza abitativa»

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
TRINO: «Un fondo specifico per l’emergenza abitativa»
Articoli correlati

Trino. Decisione della Giunta: «meglio prevenire che intervenire quando lo sfratto è già esecutivo». Il sindaco Portinaro: per il 2014 pensiamo di impegnare circa 18 mila euro.

I temi sociali sono da tempo all’attenzione dell’Amministrazione comunale: tra questi l’emergenza abitativa. «Con la Giunta – spiega il sindaco Alessandro Portinaro – giovedì scorso abbiamo deciso di costituire un fondo specifico. E’ opportuno avere strumenti da utilizzare nei casi di emergenza più grave: meglio prevenire che intervenire per bloccare lo sfratto oppure dare il sostegno per l’individuazione di una nuova casa. Sarà un intervento di natura economica che vedrà il Comune dialogare direttamente con il proprietario dell’abitazione e con l’accordo ed il sostegno dei servizi sociali».

Portinaro chiarisce l’iter e soprattutto la natura prettamente finanziaria e non locativa o logistica dell’intervento comunale: «chi si troverà ad essere in una situazione di emergenza sarà accompagnato da una relazione dei servizi sociali, in funzione di questa relazione la Giunta potrà attivare questo strumento. Per il 2014 pensiamo di impegnare 18 mila euro, quindi gli aiuti si potranno erogare sino ad esaurimento dei fondi, il che significa poter coprire dalle 5 alle 10 situazioni. Questo comunque non sarà l’unico strumento, è quello immediato, volto a tamponare, contemporaneamente andiamo avanti per individuare strumenti di accordo con privati piuttosto che altre possibilità, che però richiedono tempi più lunghi. Il Comune non può pretendere da un soggetto beneficiario delle ore di lavoro in cambio, stiamo parlando di un numero limitato di situazioni e di particolare gravità; di fronte al rischio di una famiglia, magari con bambini, di restare senza un tetto sia obbligo di un’amministrazione intervenire con gli strumenti che ha e fin dove può. Quel che chiederemo sicuramente ai beneficiari è di cofinanziare l’intervento, non ci sarà mai il pagamento del 100% da parte del Comune dell’eventuale affitto e comunque sarà per un periodo limitato. Ci occupiamo dell’emergenza abitativa, non paghiamo per sempre l’affitto a nessuno».

Silvia Baratto

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Pubblicità

Nuova stagione teatrale al Civico di Vercelli

Pubblicità

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Francesco Borasio
September 16, 2017 Francesco Borasio

Impossibile non condividere il testo......oltre agli schiamazzi,una occhiata ai numerosi rifiuti gettati a terra è [...]

vedi articolo
Stefano Di Tano
September 11, 2017 Stefano Di Tano

Sono pienamente d'accordo con la disamina del direttore, e la ritengo fra le più chiare [...]

vedi articolo
gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo