SCACCHI: Campionati giovanili studenteschi Livorno FerrarisArticolo precedente
SALUGGIA: L’associazione Dar Essalam elegge il nuovo direttivoArticolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

TRINO: Per “Contemporaneamente 1.0” quattro mostre di giovani artisti

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
TRINO: Per “Contemporaneamente 1.0” quattro mostre di giovani artisti

Trino. (s.b.) Progetto dell’associazione “Note di colore”.

È nato il progetto “Contemporaneamente 1.0” che verrà realizzato dai volontari dell’associazione “Note di colore” con il patrocinio del Comune. Quattro mostre, tre prima dell’estate e l’ultima in autunno, porteranno artisti giovani, ma già conosciuti a livello internazionale, ad esporre a Trino. Due i curatori, Filippo Tricerri, che è anche il presidente dell’associazione, seguirà “Nottetempo”, due mostre con otto tra i migliori talenti della street art, Isabella Orlando, segretaria di Note di colore, invece si occuperà di A.R.T.S., A reason to survive, l’occasione per ammirare opere di pittura e scultura realizzate da artisti del territorio.

Verranno inaugurate il 24 aprile, il 23 maggio ed il 20 giugno, resteranno aperte per un mese e saranno un’occasione per dare vita a Palazzo Paleologo. Il progetto è articolato e vario, finalità ed obiettivi sono impegnativi e di spessore: “rappresentare il presente con l’arte è il compito degli artisti contemporanei, che creano ed incarnano attraverso l’opera una nuova estetica per il mondo moderno. Poter ricevere le chiavi di lettura alle forme d’arte contemporanea è diritto del pubblico che si vuole avvicinare all’arte visiva “contemporanea”. Vi è quindi la necessità di creare un punto d’incontro tra l’artista e il pubblico anche in una “piccola” realtà come quella di Trino. che è comunque dotata di luoghi come il Palazzo Paleologo che ben si presterebbero a questo tipo di missione e andrebbero valorizzati”; lo schema della location è chiaro, l’esposizione si terrà al piano superiore, nella Manica saranno posizionati i quadri di grandi dimensioni, le stanze e la scala ospiteranno installazioni “site specific”, create per questo spazio ed assemblate sul posto.

Nella foto: Isabella Orlando.

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Pubblicità

Pubblicità

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Francesco Borasio
September 16, 2017 Francesco Borasio

Impossibile non condividere il testo......oltre agli schiamazzi,una occhiata ai numerosi rifiuti gettati a terra è [...]

vedi articolo
Stefano Di Tano
September 11, 2017 Stefano Di Tano

Sono pienamente d'accordo con la disamina del direttore, e la ritengo fra le più chiare [...]

vedi articolo
gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo