LIVORNO FERRARIS: Dallo Stato, quest’anno, 700 mila euro in menoArticolo precedente
FONTANETTO PO: Prorogato il contratto per la gestione della casa di riposo Residenza CaligarisArticolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

TRINO: Nel viale della Rimembranza un albero per ogni trinese caduto durante la guerra

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
TRINO: Nel viale della Rimembranza un albero per ogni trinese caduto durante la guerra
Articoli correlati

Trino. (s.b.) Ripiantumazione.

All’interno della strada che conduce da Trino a Camino si trova il Viale della Rimembranza, 181 alberi piantati per ricordare ogni singolo trinese caduto in guerra. Uno dei primi interventi pianificati dall’Amministrazione comunale, e per il quale erano stato chiesto un contributo alla Provincia, è il rifacimento del percorso alberato, che verrà realizzato a breve.

Il progetto parte da lontano, dal 2009, quando poco prima di sottoscrivere l’incarico della Partecipanza alla gestione del verde pubblico l’Ipla aveva effettuato un controllo su tutte le aree verdi, catalogandole e schedandole. La relazione del responsabile, il dottor Terzuolo, in merito allo studio del viale indicava che erano rimasta circa 150 piante, per la maggior parte malate e in condizioni precarie; l’indicazione era di sostituirle tutte, perché con una piantumazione solo parziale anche le nuove si sarebbero ammalate.

La situazione negli anni è peggiorata, altri alberi sono morti, il censimento di gennaio 2013 redatto dalla società Planta di Torino indica solo 109 piante presenti, malate e cave, ricettacolo per calabroni. L’Amministrazione Portinaro, appena insediata, ha trovato un progetto di riqualificazione già redatto e ha avviato l’iter per l’attuazione. Il prunus lascerà il posto all’acer campestre, l’acero campestre, facilmente individuabile dalle samare alate, i grappoli di semi con l’ala che si seccano e cadono ruotando a vite.

Il viale verrà ricoperto con materiale adatto per consentire il passaggio a piedi e con la bicicletta, ai lati due strisce erbose. L’ipotesi è di proseguire la riqualificazione cambiando le panchine e installando dei lampioni. Più vicino nel tempo invece il tentativo di accordo con i proprietari della zona verde e incolta che si sviluppa tra la strada ed il viale; il Comune vorrebbe chiedere il permesso di utilizzo pubblico in cambio della gestione e manutenzione per migliorare il decoro urbano.

Un’altra area verde si stende dal fondo del viale sino al fiume: questa è inserita in un progetto del Parco del Po che Trino ha sottoscritto e finanziato. Si trasformerà in un’area pic-nic e passerà la pista ciclabile, una porzione del lungo percorso di Ven-to.

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Pubblicità

Pubblicità

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo
gie-uaugizzu
June 11, 2017 gie-uaugizzu

Per la cronaca: qualche giorno prima della commissione sono stato contattato da Renato Bianco, in [...]

vedi articolo
direttore
June 07, 2017 direttore

bene: tutti d'accordo sul sorteggio, allora, metodo migliore per evitare (possibili) favoritismi. se domenica ai [...]

vedi articolo