Un saggio del saluggese Ceretto Castigliano sulla storia dell'acquedotto del MonferratoArticolo precedente
Il Castello di Vettignè e la stazione idrometrica fra Articolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

Storie vere e ricordi del passato sull’ottavo numero de L’amanuense

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
Storie vere e ricordi del passato sull’ottavo numero de L’amanuense

TRINO. È uscito in questi giorni l’ottavo numero de L’amanuense, la rivista letteraria curata dall’associazione Abc, Amici della Biblioteca Civica di Trino. L’antologia, distribuita gratuitamente, presenta sempre una copertina artistica, la riproduzione di un quadro famoso, in questo caso La lettrice in bianco e giallo di Henri Matisse.

Questa edizione raccoglie in prevalenza storie vere, a partire dalla prima, Ciliegie, in cui Mario Balocco torna indietro nel tempo e nella mentalità comune per riportare un episodio che gli è stato riferito, un tiro mancino dalle conseguenze particolari.

Una giornata in casa del Presidente è un ricordo di gioventù di Pier Franco Irico, quando militare di leva nei corazzieri venne messo a guardia dell’ingresso del Quirinale; molta emozione, caldo e un pizzico di vanità per un’esperienza che si chiuse con un’ottima cena, ma senza l’occasione di vedere il Presidente della Repubblica Saragat.

Per Mariangela Tavano Le streghe esistono ancora, persone che avvelenano l’esistenza di chi è loro vicino e senza motivo alcuno colpiscono chi è più indifeso nei punti di maggior sensibilità; l’ascolto de Il mondo di Jimmy Fontana le suscita riflessioni sul rapporto passato-presente.

Roberto Paulato ha avuto Un cane particolare, l’unico fra i molti amici a quattro zampe con un carattere vagabondo di natura, magari pronto a tornare ma non a restare, attratto da chissà cosa che la vita domestica non riusciva a dargli.

Doppia presenza per Piero Peretti: con La musica a Palazzolo, tra storia ed aneddoti fa conoscere meglio i fratelli Roberto e Francesco Rosso, apprezzati anche alla corte dei Savoia, e ricorda altri musicisti palazzolesi protagonisti di momenti di divertimento ed allegria. Di ben altro tenore Succedeva quattrocento anni fa, nato da un documento dell’epoca ritrovato in archivio che riportava la richiesta di poter cacciare i lupi dopo l’aggressione mortale ad un bambino.

Torna con la memoria ai vecchi mercati Remigio Buzzi, autore di Mercati, fiere e… bancarelle, mentre Emma Pretti rende partecipi i lettori della propria riscoperta di Vicky Baum, prima autrice di best-sellers.

Elogio della leggerezza è stato rappresentato per l’8 marzo e Rita Tavano spiega come si possa superare un doloroso trauma e che leggerezza non è superficialità, bensì ciò che le donne trasfondono nel dedicarsi agli altri e che almeno ogni tanto dovrebbero invece riservare a se stesse.

L’appuntamento a San Michele di Maria Pia Fortebracci fu davvero uno scherzo ben riuscito; a chiudere Mario Buffa, presidente Aido, sull’opuscolo Il valore della donazione, redatto in sette lingue.

Silvia Baratto

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Pubblicità

Pubblicità

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

direttore
May 06, 2017 direttore

egregio FR, - qui non si sta parlando di Piani Regolatori: si sta parlando di Piani [...]

vedi articolo
FR
May 06, 2017 FR

Per concludere, nel caso ci fosse un evento d'emergenza come quelli citati da lei, ciò [...]

vedi articolo
FR
May 06, 2017 FR

Nell'articolo però il pericolo dei rifiuti radioattivi è messo alla pari di un incidente nucleare [...]

vedi articolo