Il Gruppo Attacchi Santhià: passione per carrozze e sport equestriArticolo precedente
Pittura, scultura, fotografia e il romanzo di Gianni BoscoArticolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

Storie di cani e di gatti speciali narrate da un dog sitter crescentinese

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo

CRESCENTINO. Paolo Roggero è cresciuto. Chi l’ha conosciuto attraverso il suo primo libro, La zampa sul cuore, non potrà non ritrovarlo in Una Cipolla a 4 zampe. Storie di cani e gatti sempre più speciali, uscito da poche settimane e già in giro per l’Italia con il “Cipolla Tour”.

Una cipolla a quattro zampeIl crescentinese dog sitter è maturato, lo ritroviamo più consapevole professionalmente, ma sempre lui, pronto a guardare affettuosamente il cucciolo ed il padrone, il cane e il suo compagno umano e questa volta anche qualche gatto. In appendice vi è la raccolta dei suoi interventi per la trasmissione Bau Boys, di cui è uno dei consulenti.

Umanità ed intelligenza continuano a solcare le righe del libro, emozioni che paiono semplici passano tra le pagine dicendo quelle piccole cose che spesso vorremmo sentire e invece ci colpiscono quando arrivano perché ormai non vi siamo più abituati. Sapere qualcosa in più per aiutare cani e persone a convivere meglio vuol anche dire dare uno spunto di rifl essione a chi ha scelto di far entrare un animale nella sua casa, nella sia vita, nel suo tempo, ma anche offrirgli una possibilità diversa di conoscersi perché noi siamo in relazione agli altri.

Altri sono anche i quadrupedi che attraversano la vita di un dog sitter, come Nanà, Ginger, Nonna Lady, coloro che leggeranno le loro storie e ci si ritroveranno. Nulla è più umano degli errori: azioni, prospettive, progetti, abitudini possono rivelare molto su ciò che siamo, che sappiamo, ma anche di ciò che intuiamo e non conosciamo. I chiarimenti di Paolo nascono dall’esperienza, dallo studio e dalla voglia di condividere questa parte del suo rapporto con le varie “Cipolle” e i “Cipolli” che incontra ogni giorno.

Senza seriosità, con ironia e sorridendo, come fa abitualmente, “Ciccio” Paolo dialoga con i lettori. Non giudica e non condanna, osserva, con occhio benevolo ma attento, le distorsioni degli esseri umani, che caricano di aspettative impossibili i rapporti con gli animali, non sono pronti a gestire tempi, necessità ed esigenze, però si buttano con affetto e buona volontà nella convivenza con cani e gatti, peccando magari per eccesso – non sono bambini –, o per difetto – vanno guidati, non assecondati. La filosofia che Roggero ha sottoscritto è quella dello zooantropologo Roberto Marchesini, che prevede buone abitudini, non addestramento nel senso classico del termine. Silvia Baratto Paolo Roggero, Una Cipolla a 4 zampe, Bradipolibri, 2013, 13 euro.

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Pubblicità

Nuova stagione teatrale al Civico di Vercelli

Pubblicità

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Francesco Borasio
September 16, 2017 Francesco Borasio

Impossibile non condividere il testo......oltre agli schiamazzi,una occhiata ai numerosi rifiuti gettati a terra è [...]

vedi articolo
Stefano Di Tano
September 11, 2017 Stefano Di Tano

Sono pienamente d'accordo con la disamina del direttore, e la ritengo fra le più chiare [...]

vedi articolo
gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo