Da Trino e Tricerro la Free Music Italy: cover dei Pooh e una passione senza etàArticolo precedente
SALUGGIA: Diciotto anni di “Scodinzolandia”Articolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

Storie, aneddoti e curiosità di Alice Castello raccontate con ironia da Lodovico Ellena

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
Storie, aneddoti e curiosità di Alice Castello raccontate con ironia da Lodovico Ellena

ALICE CASTELLO. È uscito a dicembre 2013 un altro libro di Lodovico Ellena, il vulcanico assessore comunale alla cultura che si è dedicato con successo a discipline differenti quali musica, storia e letteratura.

Questo suo ultimo scritto s’intitola Vivere Alice Castello, è rivolto principalmente a vicende del paese ed ha come suo fulcro narrativo la storia dell’Amministrazione comunale in carica, che scadrà nella primavera del 2014 dopo dieci anni di mandato del sindaco Vittorio Petrino e dei suoi collaboratori. Il testo, molto scorrevole e soffuso di delicato e talora graffi ante umorismo, affronta una molteplicità di aneddoti, talora divertenti, talaltra tragici, in alcuni casi misteriosi. Ellena lo presenta come uno scritto «goliardico ed ironico che vuole rispondere a tutti quelli che si domandano come sia la vita da amministratori del bene pubblico; ed anche molte sorprese, come quella volta che…». Il testo però non si limita a rivelare retroscena della vita politica alicese, poiché spazia a largo raggio, concedendo ampia attenzione alla cultura locale ed ai suoi rappresentanti, ad eventi dell’ultima guerra mondiale, nonché a problematiche come il comportamento della casta politica o l’inquinamento ambientale.

Fra le moltissime notizie imprevedibili che Ellena riporta vi sono l’informazione che la bandiera personale dell’ultimo negus d’Abissinia Hailé Selassié si trova ad Alice, il ritrovamento d’un cippo funerario del Tardo Antico, supposti avvistamenti di extraterrestri, la sparizione per furto d’un labaro ottocentesco e molti, moltissimi altri aneddoti ancora.

Ellena offre in conclusione al libro una sua considerazione di massima sull’attività amministrativa in una piccola città: «La politica è un animale strano, una cosa però piace ancora precisarla: fare l’amministratore in un piccolo paese è qualcosa che va al di là della politica. Tutto infatti assume una dimensione diversa, più umana, laddove la politica c’entra e non c’entra, ma dove invece conta più l’ascolto che la parola: perché questo è e dovrebbe essere la politica, ascoltamentare più che parlamentare».

Il prezzo del volume è indicato goliardicamente sul retro della copertina con la seguente didascalia: «Prezzo: per i parlamentari 500 euro, per tutti gli altri 5 euro». Vivere Alice Castello è pubblicato da Menhir libri ed è reperibile in vari punti di vendita fra cui anche l’edicola alicese. Il guadagno derivante dalla vendita del libro sarà devoluto interamente in opere di beneficenza.

Marco Vigna

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Nuova stagione teatrale al Civico di Vercelli
Dario Casalini al Civico di Vercelli

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Francesco Borasio
September 16, 2017 Francesco Borasio

Impossibile non condividere il testo......oltre agli schiamazzi,una occhiata ai numerosi rifiuti gettati a terra è [...]

vedi articolo
Stefano Di Tano
September 11, 2017 Stefano Di Tano

Sono pienamente d'accordo con la disamina del direttore, e la ritengo fra le più chiare [...]

vedi articolo
gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo