Pro, la vittoria sfuma al 93'Articolo precedente
«Ma... con la differenziata non si dovrebbe pagare meno?»Articolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

Sette minuti

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
Sette minuti

Sono quelli giocati da gennaio ad oggi da Enrico Baldini, uno dei tre talentuosi giovani dell’Inter (con Eguelfi e Palazzi) in prestito alla Pro Vercelli

VERCELLI. Nell’estate scorsa sono arrivati alla Pro Vercelli, in prestito, tre giovani della cantera dell’Inter: l’esterno Fabio Eguelfi (classe 1995) e i centrocampisti Andrea Palazzi e Andrea Baldini (’96). La società nerazzurra li ha mandati a Vercelli a “farsi le ossa”, a fine giugno torneranno in nerazzurro.
Il primo, dopo aver giocato ad agosto in Coppa Italia contro la Reggiana, si è infortunato e si è rivisto in panchina solo a fine ottobre. In campionato ha esordito la vigilia di Natale, contro il Brescia, quando ha sostituito lo squalificato Mammarella. Poi sempre panchina fino a marzo, quando – infortunatosi Mammarella – ha preso possesso della fascia sinistra, giocando contro Ternana, Novara e Verona e non facendo rimpiangere il titolare.
Palazzi si è invece affermato come pilastro del centrocampo della squadra di Longo: con 24 presenze in 31 partite di campionato (un paio, come l’ultima con il Verona, le ha saltate per squalifica) è il centrocampista con maggior “minutaggio” della Pro, e fino all’anno scorso ha fatto parte della Nazionale Under 20.
Poco spazio, invece, per la terza “promessa” nerazzurra: l’ala sinistra (ma sa giocare anche a destra) Enrico Baldini, che nell’Inter ha già esordito in prima squadra (nel 2014 in Europa League contro il Qarabag). Da quando è alla Pro, solo briciole: sette minuti contro il Cesena a settembre, poi – a novembre – la giornataccia contro il Vicenza: entrato nella ripresa ed espulso dopo dieci minuti per un fallo su Signori. Tre giornate di squalifica, rientro in panchina a dicembre contro la Spal, poi mezz’ora a Brescia e un minuto al “Piola”, contro il Frosinone. Nel 2017, finora, sette minuti a fine gennaio contro il Trapani e poi basta: o in panchina o non convocato. Pur con Vajushi lungodegente, Baldini resta fuori.

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Pubblicità

la prima pagina del giornale in edicola

Mercoledì 10 Dicembre 2014 la prima pagina del giornale in edicola

Pubblicità

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Combine per far dimettere l’opposizione? Potete attaccarvi al tram. | Paola Olivero
December 29, 2014 Combine per far dimettere l’opposizione? Potete attaccarvi al tram. | Paola Olivero

- essere rinviato a giudizio per calunnia nei confronti di un pubblico dipendente http://www.lagazzetta.info/pasteris-denuncia-il-geom-ceresa-per-abuso-dufficio-e-peculato-ma-e-un-bo… [...]

vedi articolo
Jokrah
August 12, 2014 Jokrah

La toponomastica funziona. Dovrebbero funzionare però anche i ritrovamenti archeologici. Anche nell'area nord orientale del [...]

vedi articolo