Crescentino: Il grande affare del terreno dell’ex Casa delle SuoreArticolo precedente
Mercoledì 25 giugnoArticolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

Saluggia: Non sarà la Provincia a farci cambiare il Piano Regolatore

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
Saluggia: Non sarà la Provincia a farci cambiare il Piano Regolatore
Articoli correlati

Saluggia. (r.s.) Il Comune ha ricevuto il parere – obbligatorio per legge – sulla Variante generale allo strumento urbanistico. «Andiamo avanti con il nostro progetto, non ci facciamo certo bloccare da un ente in fase di liquidazione…».

E’ pervenuta in Comune nei giorni scorsi la delibera della Giunta Provinciale di Vercelli con, allegato, il parere dell’ente – obbligatorio per legge – sulla Variante Generale al Piano Regolatore. Come anticipato la settimana scorsa da la Gazzetta, il parere è fortemente negativo su alcune delle scelte fondamentali della Variante: le modalità degli interventi nel nucleo di antica formazione (che devono essere “circoscritti e motivati”), la collocazione della nuova area produttiva (che il piano Territoriale di Coordinamento Provinciale prevede lungo la strada per Crescentino, e non verso Sant’Antonino) e – soprattutto – il tracciato della nuova tangenziale: secondo la Provincia “una cosiddetta circonvallazione, al fine di essere effettivamente funzionale all’obiettivo di contribuire al decongestionamento veicolare, deve necessariamente essere il più sottesa possibile al nucleo abitativo di riferimento e non discostarsi di contro in maniera significativa, come emerge da quanto prospettato in merito all’abitato di Saluggia”.

Il parere della Provincia sulla Variante non pare avere sconvolto sindaco e Giunta: «nel nostro Piano – spiega Firmino Barberis – la strada passa con una maggiore lontananza dal centro abitato rispetto a quella predisposta dai tecnici della Provincia. Solo questo è il limite posto dall’Ente superiore, che però non ha alcun titolo per bloccare il nostro Piano Regolatore. Sarebbe assurdo, infatti, che un Ente in fase di valutazione ci blocchi».

Nel frattempo sono pervenute in municipio numerose osservazioni alla Variante formulate dai cittadini; «valuteremo sia il parere della Provincia che le osservazioni dei cittadini – conclude Barberis – che le hanno presentate o per migliorare il progetto o per difendere interessi privati, poi le porteremo in Consiglio e proseguiremo l’iter di approvazione».

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Pubblicità

la prima pagina del giornale in edicola

Mercoledì 10 Dicembre 2014 la prima pagina del giornale in edicola

Pubblicità

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Combine per far dimettere l’opposizione? Potete attaccarvi al tram. | Paola Olivero
December 29, 2014 Combine per far dimettere l’opposizione? Potete attaccarvi al tram. | Paola Olivero

- essere rinviato a giudizio per calunnia nei confronti di un pubblico dipendente http://www.lagazzetta.info/pasteris-denuncia-il-geom-ceresa-per-abuso-dufficio-e-peculato-ma-e-un-bo… [...]

vedi articolo
Jokrah
August 12, 2014 Jokrah

La toponomastica funziona. Dovrebbero funzionare però anche i ritrovamenti archeologici. Anche nell'area nord orientale del [...]

vedi articolo