TRINO: Anci Nucleare, tardano i dati dell’Osservatorio sulla saluteArticolo precedente
CRESCENTINO: Inaugurata “Bella Zio Street”Articolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

SALUGGIA: «La vicesindaco è in una situazione imbarazzante»

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
SALUGGIA: «La vicesindaco è in una situazione imbarazzante»
Articoli correlati

Saluggia. (r.s.) In Consiglio comunale Paola Olivero sottolinea l’«inopportunità» della posizione di Margherita Cotevino. «Il Comune ha acquistato un immobile dalla sua famiglia e affida incarichi alla ditta dei suoi figli».

Il Consiglio comunale ha approvato, con 6 voti favorevoli e 2 contrari, il rendiconto di gestione dell’esercizio finanziario 2013. C’è un avanzo di 1,8 milioni di euro, di cui 1,4 per finanziare spese in conto capitale e 0,4 di fondi non vincolati. Il conto economico presenta un risultato di gestione di 1,2 milioni, un risultato della gestione operativa di un milione e un risultato economico di esercizio di circa 580 mila euro.

Ancora una volta, come in occasioni precedenti, agli atti non compare la relazione letta in aula dal sindaco Firmino Barberis. Compaiono invece i documenti presentati dai consiglieri di minoranza Renato Bianco e Paola Olivero. Quest’ultima ha evidenziato la distribuzione dei ruoli all’interno della maggioranza: «Un sindaco succube (che incarna la teoria ante elezioni di Farinelli del “sindaco debole”, a cui voleva abbinare una lista forte, cioè lui stesso) che firma lettere in vece di tutti, anche dei Responsabili di Servizio (speriamo le legga anche). Un superassessore, che mentre “guida” con un “fraterno abbraccio” il sindaco, concentra su di sé potere e risorse economiche e fa della paura da incutere il suo credo». Ma soprattutto, sostiene la Olivero, «una vicesindaco (Margherita Cotevino) che non si rende conto di quanto sia imbarazzante la propria situazione, dopo che il Comune ha acquisito “bonariamente” dalla sua famiglia un immobile i cui atti vengono negati alla minoranza, ingenerando inevitabilmente dubbi, aumentati dalla gratuita discesa in campo del sindaco in difesa sui giornali, per non dire degli incarichi che questo Comune ha affidato alla ditta della sua famiglia, con atti pubblici riferiti anche dai giornali. Nulla contro chi lavora, ma sicuramente inopportuna la sua posizione di pubblico amministratore. Ci domandiamo – prosegue la Olivero – come faccia poi a sopportare di essere continuamente bypassata ora da uno e ora dall’altro assessore, e affermi come farebbe una brava massaia “io non faccio politica”, “sono qui per imparare”, “se la gente vuole parlarmi sono a disposizione”. Imparare da chi? Dall’assessore pigliatutto? Chiediamo se risponde a verità che avrebbe già presentato le dimissioni e che sarebbero state stracciate (nella sede sbagliata: si presentano al protocollo e sono irrevocabili)».

Nella foto: da sinistra: Paola Olivero e la vicesindaco Margherita Cotevino.

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Pubblicità

Nuova stagione teatrale al Civico di Vercelli

Pubblicità

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Francesco Borasio
September 16, 2017 Francesco Borasio

Impossibile non condividere il testo......oltre agli schiamazzi,una occhiata ai numerosi rifiuti gettati a terra è [...]

vedi articolo
Stefano Di Tano
September 11, 2017 Stefano Di Tano

Sono pienamente d'accordo con la disamina del direttore, e la ritengo fra le più chiare [...]

vedi articolo
gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo