CRESCENTINO: Massa: disponibile a collaborare per proseguire i progetti avviatiArticolo precedente
SALUGGIA: Bianco e Olivero interrogano l’Amministrazione: Ha deciso cosa fare dell’area Gallo-Pedrantoni?Articolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

SALUGGIA: Dar Essalam, sciolto il direttivo

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
SALUGGIA: Dar Essalam, sciolto il direttivo
Articoli correlati

SALUGGIA. Le forze dell’ordine sono intervenute per placare una discussione troppo accesa. Riunione in Municipio con il sindaco, il console marocchino, i Carabinieri e la Digos.

Una discussione all’interno dell’associazione Dar Essalam, che si occupa di favorire l’integrazione di cittadini stranieri in Italia e di aiutarli nelle pratiche burocratiche, ha portato alle dimissioni del direttivo e all’indizione di nuove elezioni. A “traghettare” l’associazione italo-marocchina – che dal maggio scorso ha sede in via Rampella, e che conta numerosi soci a Saluggia e nei pesi del circondario – verso il nuovo direttivo sono stati nominati tre “saggi”. Le elezioni si terranno entro 45 giorni.

La discussione è sorta per un caso personale: l’aiuto dell’associazione a una socia; aiuto che, secondo alcuni, non doveva essere concesso. Sabato 1º febbraio si è svolta un riunione del direttivo, convocata dal presidente Abdallah Nouiguer, che avrebbe dovuto valutare l’espulsione del vicepresidente e di altri tre soci in netto contrasto con il resto del direttivo; un quinto membro del direttivo si era già dimesso precedentemente. La discussione è stata piuttosto accesa: quella mattina è stato necessario l’intervento dei Carabinieri e degli agenti della Digos, perché – racconta Nouiguer – «il vicepresidente si faceva scudo di bambini e donne pur di non essere cacciato via». Una volta riportata la calma, per dirimere la controversia l’associazione ha chiesto l’intervento del Consolato Marocchino di Torino. Nella serata di giovedì 6 febbraio si è svolto un incontro in Municipio al quale hanno partecipato, oltre al presidente dell’associazione Abdallah Nouiguer, il vice console del Marocco a Torino, il sindaco Firmino Barberis, l’assessore comunale alle politiche sociali Adelangela Demaria, il maresciallo Ignazio Casti a capo della stazione carabinieri di Livorno Ferraris, agenti della Digos. Nel corso della riunione è stato deciso lo scioglimento del direttivo e l’indizione di nuove elezioni. I “saggi” nominati in quella circostanza hanno ora il compito di gestire l’ordinaria amministrazione dell’associazione fino all’entrata in carica del nuovo direttivo.

Andrea Bucci

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Pubblicità

Pubblicità

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Francesco Borasio
September 16, 2017 Francesco Borasio

Impossibile non condividere il testo......oltre agli schiamazzi,una occhiata ai numerosi rifiuti gettati a terra è [...]

vedi articolo
Stefano Di Tano
September 11, 2017 Stefano Di Tano

Sono pienamente d'accordo con la disamina del direttore, e la ritengo fra le più chiare [...]

vedi articolo
gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo