CIGLIANO: Sabato: La festa della riconoscenzaArticolo precedente
CRESCENTINO: “Natale solidale”: 200 borse alimentariArticolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

RONCHI: Il presepe meccanico nella chiesa dei Ronchi

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
RONCHI: Il presepe meccanico nella chiesa dei Ronchi
Articoli correlati

CIGLIANO. Progettato e costruito da Francesco Perron e dai fratelli Ladetto.

Sarà allestito ed esposto anche quest’anno nella chiesa di San Rocco ai Ronchi il presepe meccanico progettato e costruito da tre “runchin”, Francesco Perron ed i fratelli Tiziana ed Andrea Ladetto, servendosi di materiali da loro stessi recuperati, adattati, assemblati. La sua costruzione risale ad undici anni addietro.

Dopo essere stato inizialmente esposto presso un’abitazione privata è stato poi spostato nella chiesa della frazione ciglianese per meglio rispondere al considerevole afflusso d’ammirati visitatori. Il presepe è costituito da 250 statuette, anche di ragguardevoli dimensioni, che rappresentano personaggi tipici delle raffigurazioni della Natività (pastori, animali, artigiani ecc.), i quali compiono una trentina di movimenti meccanici. Una volta esposto occupa uno spazio di parecchi metri quadri e può funzionare ininterrottamente.

Esso presenta anche il passaggio da giorno a notte proprio come nella realtà: vi sono anche quattro giochi d’acqua. Questa raffigurazione della Natività si è arricchita sempre più nel corso degli anni e le offerte donate dai visitatori sono state impiegate proprio a questo fine. Lo scorso anno era stata introdotta la novità del sottofondo musicale e nel 2013 compariranno nuove statuette della Natività dell’altezza di 85 centimetri. L’esposizione durerà sino al 12 gennaio del prossimo anno.

Inoltre, nel pomeriggio di sabato 14 dicembre sarà portata nella chiesa di san Rocco dei Ronchi, proprio dove è esposto il presepe, la “Luce della pace”, proveniente direttamente dal fuoco acceso in una lampada ad olio posta nella chiesa della Natività di Betlemme, che arde senza soluzione di continuità da molti secoli alimentata dalle offerte provenienti dalle comunità cristiane d’ogni parte del mondo. I visitatori che lo vorranno potranno accendere proprie lampade o candele col fuoco della “Luce della pace”.

Marco Vigna

Nella foto: il presepe meccanico nella Chiesa dei Ronchi

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

<

Scegli l’argomento o la tua città

Nuova stagione teatrale al Civico di Vercelli
Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Francesco Borasio
September 16, 2017 Francesco Borasio

Impossibile non condividere il testo......oltre agli schiamazzi,una occhiata ai numerosi rifiuti gettati a terra è [...]

vedi articolo
Stefano Di Tano
September 11, 2017 Stefano Di Tano

Sono pienamente d'accordo con la disamina del direttore, e la ritengo fra le più chiare [...]

vedi articolo
gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo