I morosi delle case popolariArticolo precedente
Ma a Saluggia, in caso di incidente nucleare, la popolazione cosa deve fare? BohArticolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

Quel pomeriggio di un giorno da Cani

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
Quel pomeriggio di un giorno da Cani

La Pro a Pisa, contro l’ultima in classifica, va in vantaggio nel primo tempo con un rigore di Comi ma si fa raggiungere a un quarto d’ora dalla fine da un gol di Cani, appena entrato. Sabato al “Piola” arriva il Perugia

Per la Pro poteva essere la partita che chiudeva il campionato: tre punti contro l’ultima in classifica, salvezza raggiunta in anticipo e maggio tranquillo. Ma dopo un primo tempo condotto in sicurezza e chiuso in vantaggio la squadra di Longo si è rintanata nella propria metà campo, e a un quarto d’ora dalla fine ha subìto il gol del pareggio. Un risultato che, comunque, allunga la serie positiva e porta le Bianche Casacche a quota 47 punti, solo tre sotto il Novara sconfitto a Vicenza.

Per l’impegno infrasettimanale Longo manda in campo una formazione leggeremente rimaneggiata: in difesa Konate al posto di Luperto toccato duro nel match di sabato con la Salernitana. A centrocampo Altobelli sostituisce l’infortunato Palazzi, in attacco c’è Morra a supporto di Comi.

La Pro va in vantaggio poco prima del quarto d’ora: Altobelli crossa dalla sinistra, Del Fabro tocca con un braccio e l’arbitro concede il rigore: lo trasforma Comi, il portiere Ujkani si tuffa dalla parte giusta ma non riesce a pararlo.
Alla mezz’ora altra grande occasione per la Pro: Germano s’invola sulla destra e serve Morra, che a un metro dalla porta difende il pallone e con una gran giocata riesce a girarsi e concludere, trovando però l’opposizione di Ujkani; la palla arriva a Comi, che riesce a tirare a sua volta ma trova ancora un difensore sulla linea di porta. Quattro minuti più tardi ancora Morra si libera di Lisuzzo con una finta di Lisuzzo e calcia col sinistro da ottima posizione, ma trova ancora l’opposizione del difensore ex Novara, che poi libera in angolo.
A cinque minuti dal riposo Pro ancora pericolosa: Eguelfi crossa da sinistra per Comi, il cui colpo di testa, da posizione non facile, termina di poco alto sulla traversa.
Gattuso azzecca alcune sostituzioni, inserendo Gatto (ex Pro) per Milanovic e Mannini per Masucci, e il Pisa diventa pericoloso: la Pro si difende fallosamente e il signor Pezzuto ammonisce Vives, Morra e Konate. Longo manda in campo Castiglia, Starita e La Mantia, al rientro dopo una lunga sosta per infortunio. Ma decisivo è l’ultimo cambio per il Pisa: al 71′ esce Peralta ed entra Cani, che tre minuti più tardi, ben servito da Mannini, controlla in area e con il sinistro trafigge Provedel, interrompendone la lunga imbattibilità. 1-1 e ultimi venti minuti con il Pisa all’arrembaggio e i vercellesi chiusi in difesa. Nei minuti di recupero si infortuna Legati, che rimane a terra dopo uno scontro con Provedel.

La Pro a 47 punti viene avvicinata dal Cesena (46), che oggi ha sconfitto il Benevento, e dall’Ascoli (44) vittorioso sull’Avellino (45); risale anche il Brescia (42), che ha regolato 2-1 la Ternana (39).
Sabato 29 al “Piola” arriva il Perugia, che oggi ha pareggiato a Verona e contende al Cittadella il quarto posto in classifica. Infermeria: Longo ha finalmente recuperato La Mantia e nei prossimi giorni verificherà le condizioni di Luperto, Legati, Mammarella e Vajushi. Per Bianchi e Palazzi, salvo recuperi accelerati, il campionato è finito.

PISA (3-4-3): Ujkani; Lisuzzo, Del Fabro, Milanovic (dal 36′ Gatto); Longhi, Di Tacchio, Lazzari, Golubovic; Peralta (dal 71′ Cani), Masucci (dal 57′ Mannini), Lores. A disposizione: Cardelli, Verna, Birindelli, Angiulli, Zonta, Zammarini. All. Gattuso.
PRO VERCELLI (3-5-2): Provedel; Konate, Bani, Legati; Germano, Altobelli, Vives (dal 64′ Castiglia), Emmanuello, Eguelfi; Morra (dal 70′ Starita), Comi (dal 73′ La Mantia). A disposizione: Zaccagno, Berra, Negro, Nardini, Osei, Aramu. All. Longo.
Arbitro: Pezzuto di Lecce
Reti: 14′ Comi (PV) rig., 74′ Cani (Pi)
Ammoniti: Di Tacchio (Pi), Vives (PV), Morra (PV), Konate (PV), Lazzari (Pi)

[nella foto: l’esultanza dei Pisani dopo il gol dell’1-1]

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Pubblicità

Pubblicità

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

direttore
May 06, 2017 direttore

egregio FR, - qui non si sta parlando di Piani Regolatori: si sta parlando di Piani [...]

vedi articolo
FR
May 06, 2017 FR

Per concludere, nel caso ci fosse un evento d'emergenza come quelli citati da lei, ciò [...]

vedi articolo
FR
May 06, 2017 FR

Nell'articolo però il pericolo dei rifiuti radioattivi è messo alla pari di un incidente nucleare [...]

vedi articolo