Ci sta un popolo di negri che ha inventato tanti balliArticolo precedente
I morosi delle case popolariArticolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

Pro Vercelli, un altro punto verso la salvezza

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
Pro Vercelli, un altro punto verso la salvezza

Con la Salernitana al “Piola” uno 0-0 che allunga la serie positiva (e l’imbattibilità di Provedel). Annullati un gol per parte, negato un rigore su Comi. Martedì si va a Pisa

VERCELLI. Si esce dal “Piola” con un po’ di rammarico, perché per quel che si è visto oggi la Pro – contro una squadra che in classifica la sopravanza di quattro punti – avrebbe potuto vincere; ma lo 0-0 ottenuto con la Salernitana rappresenta per la squadra di mister Longo un altro importante passo verso la salvezza, allunga la serie positiva (le Bianche Casacche non perdono da undici giornate) e l’imbattibilità del portiere Ivan Provedel, che non subisce reti da 540 minuti (avvicinandosi così al record detenuto da Mantovani, estremo difensore del Cesena che nel campionato 1972/73 non prese gol per 1251 minuti consecutivi). Ed è proprio l’impermeabilità difensiva a costituire la forza di questa Pro, visto che l’attacco continua ad essere piuttosto abulico: solo 31 reti in 37 partite; finora hanno fatto peggio solo Vicenza (28) e Pisa (21).

Avendo il centravanti Bianchi infortunato (ne avrà per un mese: probabilmente per lui la stagione è finita), Longo ha riproposto l’ormai classico 3-5-2 schierando Comi in attacco dal primo minuto. In panchina si è rivisto, dopo la lunga sosta per un grave infortunio al polpaccio, il bomber La Mantia; ancora out, invece, Vajushi e Mammarella. A centrocampo, accanto a Vives ed Emmanuello, il tecnico ha schierato Palazzi, che però è uscito dopo soli quattro minuti per un problema muscolare: al suo posto è entrato Germano, che proprio oggi compie 25 anni.
Nella Salernitana, mister Bollini ha schierato dal primo minuto due ex della Pro: Ronaldo Pompeu da Silva, che incantò il “Piola” nella stagione 2014/’15, e Mattia Sprocati, che a Vercelli ha giocato due anni, fino al gennaio scorso. Negli ultimi venti minuti spazio anche ad Alessandro Rosina, già bomber del Torino e dello Zenit di San Pietroburgo, che nella serie cadetta conta oltre 200 presenze e 50 reti.
Prima dell’inizio della partita è stato osservato un minuto di silenzio in memoria di Michele Scarponi, il corridore ciclista rimasto vittima stamani di un incidente stradale mentre si allenava.

Primo tempo equilibrato, con forti emozioni soprattutto negli ultimi minuti: al 37′ destro potente dalla distanza di Emmanuello: Gomis si salva in due tempi; al 41′ Minala insacca alle spalle di Provedel, ma a gioco fermo: l’assistente aveva già segnalato il fuorigioco; al 41′, sul fronte opposto, preciso cross dalla destra di Legati e incornata vincente in tuffo di Comi: anche in questo caso gol annullato per fuorigioco. Si va al riposo sullo 0-0, ma poteva anche essere 1-1.
Nella ripresa il “Piola”, già irritato per la scarsa propensione dell’arbitro a fischiare i falli commessi su Aramu & C, esplode: al 74′ bel cross di Berra dalla destra, Comi viene spinto a terra in area da Schiavi; rigore netto, ma il signor Sacchi di Macerata lascia correre, sommerso dai fischi. Lo stesso Comi, al 90′, cade in area e viene ammonito per simulazione. Nel finale Longo inserisce Nardini per Berra sulla fascia destra e Morra al posto di Aramu in attacco, ma il risultato non si sblocca.

Con il punto conquistato oggi la Pro sale a quota 46, inseguita dall’Avellino a 45 e dal Cesena a 43. A 41 l’Ascoli – che oggi ha pareggiato col Brescia – viene raggiunto dal sorprendente Trapani, che ha battuto 1-0 il Pisa. E proprio a Pisa le Bianche Casacche giocheranno la prossima partita, martedì 25 alle 15, contro una squadra che è al penultimo posto ed ha un disperato bisogno di punti. Sabato 29, poi, al “Piola” arriverà il Perugia, formazione in corsa per i playoff.

PRO VERCELLI (3-5-2): Provedel; Legati, Bani, Luperto; Berra (31’st Nardini), Palazzi (4’ pt Germano), Vives, Emmanuello, Eguelfi; Aramu (36’ st Morra), Comi. A disposizione: Zaccagno, La Mantia, Konate, Starita, Castiglia, Altobelli. All. Longo.
SALERNITANA (4-3-3): Gomis; Bittante, Schiavi, Bernardini, Vitale; Minala, Ronaldo, Odjer (8’st Zito); Donnarumma (25’st Rosina), Coda, Sprocati (41’st Joao Silva). A disposizione: Terracciano, Mantovani, Della Rocca, Grillo, Tuia, Improta. All. Bollini.
Arbitro: Sacchi di Macerata
Ammoniti: Odjer (S), Ronaldo (S), Comi (PV).

[nella foto: Provedel in volo guarda un tiro della Salernitana terminare sul fondo]

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Nuova stagione teatrale al Civico di Vercelli
Dario Casalini al Civico di Vercelli

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Francesco Borasio
September 16, 2017 Francesco Borasio

Impossibile non condividere il testo......oltre agli schiamazzi,una occhiata ai numerosi rifiuti gettati a terra è [...]

vedi articolo
Stefano Di Tano
September 11, 2017 Stefano Di Tano

Sono pienamente d'accordo con la disamina del direttore, e la ritengo fra le più chiare [...]

vedi articolo
gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo