La diaspora del Pd saluggeseArticolo precedente
Tesoro, mi si è ristretto il partitoArticolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

Pro Vercelli, a Cittadella tanta noia e un punto

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
Pro Vercelli, a Cittadella tanta noia e un punto

Primo pareggio casalingo dei veneti in questo campionato. Longo fa esordire Vives e Comi. Delle prossime quattro partite, tre saranno al “Piola”

La Pro Vercelli coglie a Cittadella, contro un avversario di rango, un pareggio che muove la classifica ma che non la toglie dalle secche della zona playout.
Mister Longo conferma il 3-5-2 delle ultime uscite e manda in campo dall’inizio i nuovi acquisti Vives (affiancato a Palazzi in regia) e Comi (in attacco al posto dello squalificato La Mantia). Berra titolare sulla fascia, Germano parte in panchina (nel finale sostituirà Emmanuello), e negli ultimi minuti fa il suo esordio in casacca bianca anche Starita. In panchina si rivede, dopo una lunga assenza per infortunio, l’albanese Vajushi.
Partita poco avvincente, con i padroni di casa che costruiscono poco e gli ospiti che giocano all’insegna del “primo: non prenderle”. Nel finale la Pro tenta il colpaccio: al 41′ della ripresa Vives lancia benissimo Morra, la giovane punta colpisce di testa ma non trova lo specchio della porta. Sugli sviluppi dell’azione la Pro conquista una punizione, ma sullo schema Luperto non riesce a colpire bene la palla per il potenziale 0-1. A un minuto dalla fine dei tempi regolamentari, poi, Germano calcia alto sulla traversa un pallone che poteva essere meglio sfruttato.
Finisce 0-0: prima di oggi, in questo campionato, il Cittadella – che con Verona, Frosinone, Spal e Benevento resta in corsa per la promozione in A – in casa non aveva mai pareggiato.
Il campionato della squadra di Longo si deciderà probabilmente nelle prossime quattro partite di febbraio: tre al “Piola” contro Spezia, Benevento e Avellino e una in trasferta a Cesena. L’Avellino ha gli stessi punti della Pro (25), il Cesena uno in meno: saranno dei veri e propri scontri salvezza. La classifica nella parte bassa è sempre molto corta: fra i 23 e i 30 punti ci sono ben dodici squadre. Può accadere ancora di tutto.

CITTADELLA (4-3-1-2): Alfonso; Salvi, Scaglia, Varnier, Benedetti; Bartolomei, Iori, Valzania (dall’81’ Pasa); Schenetti (dal 74′ Chiaretti); Arrighini, Iunco (dal 64′ Vido). A disposizione: Paleari, Pelagatti, Martin, Paolucci, Maniero, Pascali. All. Venturato.
PRO VERCELLI (3-5-2): Provedel; Legati, Bani, Luperto; Berra, Emmanuello (dal 73′ Germano), Vives, Palazzi, Mammarella; Morra, Comi (dall’82’ Starita). A disposizione: Zaccagno, Eguelfi, Vajushi, Konate, Castiglia, Baldini, Osei. All. Longo.
Arbitro: Piccinini di Forlì
Ammoniti: Palazzi (PV), Luperto (PV), Bani (PV), Salvi (C), Starita (PV).

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Pubblicità

Pubblicità

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo
gie-uaugizzu
June 11, 2017 gie-uaugizzu

Per la cronaca: qualche giorno prima della commissione sono stato contattato da Renato Bianco, in [...]

vedi articolo
direttore
June 07, 2017 direttore

bene: tutti d'accordo sul sorteggio, allora, metodo migliore per evitare (possibili) favoritismi. se domenica ai [...]

vedi articolo