C'è un grande prato marroneArticolo precedente
Comitato di vigilanza sul nucleare: rinnovato il direttivoArticolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

Pro, con il Brescia un pari che vale la salvezza

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
Pro, con il Brescia un pari che vale la salvezza

In un “Piola” gremito un rocambolesco 2-2, ma è il punto che serviva alle Bianche Casacche per assicurarsi la permanenza in Serie B. Giovedì sera a Frosinone l’ultima partita della stagione

VERCELLI. La Pro resta in Serie B, ora lo dice anche la matematica. Con il 2-2 ottenuto oggi al “Piola” (stadio gremito, la società ha regalato i biglietti di curva e gradinata) la squadra di Moreno Longo raggiunge quota 49 punti e, a una giornata dal termine, si assicura la permanenza nella serie cadetta per il quarto anno consecutivo.

Longo – che, a parte Bani e Vajushi, ha finalmente a disposizione l’intera rosa – schiera il consueto 3-5-2, con Mammarella tornato titolare sulla fascia sinistra e, in attacco, la coppia Morra-Bianchi
Le rondinelle allenate da Luigi Cagni vanno in vantaggio al 13′: sinistro di Coly che sfrutta un rimpallo e insacca alle spalle di Provedel, toccando prima il palo. La Pro cerca subito il pareggio: al 16′ cross di Mammarella dalla sinistra, sponda di Germano e tiro di Altobelli a botta sicura ribattuto da Blanchard; al 19, sempre da sinistra, cross di Luperto, spizzata di Morra e Germano, per poco, non trova la deviazione decisiva da due passi; al 23′ Altobelli controlla e prova il traversone dalla sinistra: palla deviata che viene raccolta da Arcari; un minuto più tardi bella palla di Nardini in area, ma Morra non ci arriva. Il gol è nell’aria e arriva al 25′: calcio d’angolo battuto da Mammarella, sulla palla si avventano Bianchi e Blanchard e la palla finisce in rete: 1-1. Al 40′ Nardini viene amonito per un intervento in ritardo su Coly nella propria trequarti. Si va al riposo con il risultato in parità.
Secondo tempo: dopo un quarto d’ora Longo inserisce Berra al posto di Nardini, mentre Cagni sostituisce Untersee con Camara. Al 63′ Bianchi punta Calabresi che lo stende ai 25 metri, in posizione centrale: punizione per la Pro Vercelli, Mammarella batte e insacca: 2-1; è il primo gol con la Bianca Casacca per il capitano, che si fa ammonire perché esultando si toglie la maglia. Due minuti più tardi ammonito anche Torregrossa per una manata in faccia a Germano. Altre tre sostituzioni: nella Pro entra Palazzi, nel Brescia Crociata e Caracciolo. Ed è proprio l’airone (35 anni, dieci presenze nella Pro Vercelli nel 2001) a rendersi pericoloso: al 77′, servito da Crociata, viene anticipato di un soffio da Berra; all’82, su cross di Martinelli, papera di Provedel e Caracciolo insacca da due passi: 2-2. Quattro minuti di recupero, ma il risultato non cambia più. La Pro è salva ed esulta con i tifosi. La festa prosegue più tardi, con giocatori e dirigenti, in piazza Cavour: selfie e autografi.

L’ultima partita della stagione si disputerà giovedì sera a Frosinone. Ormai ininfluente per la Pro, è decisiva per i laziali: il Frosinone, oggi terzo in classifica, ha otto punti di vantaggio sul Cittadella, quarto: il regolamento dice che, se il distacco è di nove punti, i playoff non si svolgono e la terza in classifica sale direttamente in serie A. Quindi il Frosinone ospiterà la Pro Vercelli, e cercherà di batterla, giocando con un orecchio alla radiolina per seguire Entella-Cittadella.
Intanto la Spal (75 punti) è matematicamente in Serie A, il Verona (73) quasi: giovedì sera giocherà a Cesena. Pisa e Latina retrocesse in Lega Pro.

PRO VERCELLI (3-5-2): Provedel; Konate, Legati, Luperto; Nardini (16’ st Berra), Germano, Vives, Altobelli, Mammarella (28’ st Palazzi); Morra (39’ st La Mantia), Bianchi. A disposizione: Gilardi, Negro, Eguelfi, Castiglia, Comi, Aramu. All. Longo.
BRESCIA (3-5-2): Arcari; Calabresi (29′ st Crociata), Romagna, Blanchard; Untersee (17’ st Camara), Bisoli, Pinzi, Martinelli, Coly; Ferrante (31’ st Caracciolo), Torregrossa. A disposizione: Festa, Dall’Oglio, Lancini, Prce, Ndoj, Sbrissa. All. Cagni.
Arbitro: Aureliano di Bergamo
Reti: 13′ Coly (B), 25′ Bianchi (PV), 64′ Mammarella (PV), 82′ Caracciolo (B)
Ammoniti: Nardini (PV), Mammarella (PV), Torregrossa (B), Ferrante (B), Martinelli (B).

[nella foto: mister Longo abbraccia Vives al termine della partita; a destra capitan Mammarella]

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Nuova stagione teatrale al Civico di Vercelli
Dario Casalini al Civico di Vercelli

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Francesco Borasio
September 16, 2017 Francesco Borasio

Impossibile non condividere il testo......oltre agli schiamazzi,una occhiata ai numerosi rifiuti gettati a terra è [...]

vedi articolo
Stefano Di Tano
September 11, 2017 Stefano Di Tano

Sono pienamente d'accordo con la disamina del direttore, e la ritengo fra le più chiare [...]

vedi articolo
gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo