Martedì 8 aprile - Vercelli: Comazzi presenta Articolo precedente
VERCELLI: Gli incontri di Coldiretti Donne ImpresaArticolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

Piano Faunistico Venatorio Regione Piemonte: la Giunta ha approvato il parere di valutazione ambientale

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo

Torino. (r.a.) Soddisfazione degli assessori Ravello (Ambiente) e Sacchetto (agricoltura).

La Giunta regionale del Piemonte ha approvato il parere di valutazione ambientale sul Piano Faunistico Venatorio Regionale, predisposto ed elaborato dagli Uffici dell’Assessorato all’Agricoltura ed alla Caccia.

«Si tratta di un provvedimento atteso ed importante per la nostra Regione e per tutto il mondo venatorio», ha dichiarato l’assessore regionale all’Ambiente Roberto Ravello; «grazie ad un lavoro di approfondimento e di confronto coi diversi portatori di interesse, dalle amministrazioni pubbliche alle associazioni dei cacciatori ed ambientaliste, diamo oggi il via libera alla stesura ed all’adozione definitiva del Piano Faunistico Venatorio Regionale».

«Siamo quasi al traguardo di un percorso accidentato, che ci ha visti impegnati nel dare risposte concrete sia al comparto dei cacciatori che al mondo agricolo, preoccupato dalla forte ed incontrollata crescita degli ungulati e dai danni che vengono arrecati ai loro campi. Nel farlo – conclude Ravello – abbiamo raggiunto il giusto equilibrio tra la tutela dell’ambiente, della fauna e degli habitat, così come previsto dalle normative comunitarie, e le richieste di importanti settori, anche economici e produttivi, della nostra società».

«Il Piano faunistico venatorio regionale – ha aggiunto l’assessore regionale all’Agricoltura Claudio Sacchetto – rappresenta un indispensabile strumento programmatico dell’attività sul territorio che si impone obiettivi di diretta ricaduta pratica: dal coordinamento dei piani provinciali, all’indice di densità venatoria minima e massima per gli ATC e CA, dalla prevenzione per i danni della fauna selvatica ad una disciplina per quanto concerne specifici ambiti dell’attività venatoria. Oggi è stato aggiunto un altro importante tassello del percorso improntato da un lato alla gestione della caccia e del territorio quale risorsa da valorizzare e tutelare, dall’altro alla ferma volontà di affrontare di petto la problematica legata ai danni prodotti della fauna selvatica. Dopo una lunga attesa e un intenso lavoro di coordinamento tra realtà interessate, questa giunta è riuscita a raggiungere un risultato concreto assegnando al Piemonte un nuovo strumento di pianificazione territoriale. Va infine sottolineata la grande sinergia messa in campo tra gli Assessorati Ambiente e Agricoltura finalizzata alla stesura di un documento pratico e funzionale in tutti i suoi aspetti».

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Pubblicità

Nuova stagione teatrale al Civico di Vercelli

Pubblicità

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Francesco Borasio
September 16, 2017 Francesco Borasio

Impossibile non condividere il testo......oltre agli schiamazzi,una occhiata ai numerosi rifiuti gettati a terra è [...]

vedi articolo
Stefano Di Tano
September 11, 2017 Stefano Di Tano

Sono pienamente d'accordo con la disamina del direttore, e la ritengo fra le più chiare [...]

vedi articolo
gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo