Crescentino: Greppi è sindaco con meno di 1350 votiArticolo precedente
Il Livorno Ferraris in paradiso: è PrimaArticolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

Nuovi sindaci in sette Comuni

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
Articoli correlati

Nuovi sindaci

Molti primi cittadini uscenti non si sono ricandidati. Chi sono i subentranti e i loro collaboratori. A Cigliano, Villareggia e Maglione non c’è stata competizione: una sola lista in campo. Unica conferma a Bianzè che rinnova la fiducia a Marangoni.

Terminati gli scrutini tra la serata e la notte di lunedì, in qualche caso a tarda ora a causa del protrarsi delle operazioni sulle Regionali, i nuovi sindaci sono già al lavoro per costituire le Giunte – con ridotto numero di assessori, rispetto al passato – e convocare le sedute di insediamento dei Consigli, praticamente tutti nella prima settimana di giugno.

A Moncrivello il capogruppo di minoranza uscente Massimo Pissinis (Noi per Moncrivello) ha prevalso su Giovanni Ariagno (Per Moncrivello), anche grazie alle 119 preferenze raccolte da Luca Lisco. Ad Ariagno non ha giovato rinunciare al confronto-dibattito organizzato da questo giornale.

Ad Alice Castello, dove gli aspiranti primi cittadini erano tre, il nuovo sindaco è Luigi Bondonno (Progetto Alice); entrano comunque in Consiglio anche Francesca Bresciani (Per Alice) e Marco Franciscono (Cambiamo Alice). Ottimo, quanto a preferenze, il risultato personale di Giovanna Giordano.

A Palazzolo la differenza fra i due candidati è stata, alla fine, di soli 40 voti: il sindaco è Emiliano Guarnieri (Tutti per Palazzolo), mentre il giovane Mauro Roberti (Nuove Energie per Palazzolo) farà il consigliere di minoranza. Grande correttezza e fair play tra i due nella serata conclusiva della campagna elettorale svoltasi nel teatro parrocchiale.

Enorme distacco, invece, tra i consensi ottenuti tra i due candidati a Verrua Savoia: Paola Moscoloni (Verrua Storia Innovazione) vince con l’84% dei voti, lasciando il resto a Piero Chiomento (Movimento Verrua Savoia).

A Cigliano, Villareggia e Maglione si presentava una sola lista, l’unico ostacolo era costituito dal superamento del quorum previsto dalla legge. Non ci sono stati problemi in nessun caso: ecco quindi nei rispettivi uffici i sindaci Anna Rigazio (Insieme per il futuro di Cigliano), Fabrizio Salono (Vivere Villareggia) e Pier Franco Causone (Tutti per Maglione); per quest’ultimo è un ritorno, essendo già stato primo cittadino in passato.

L’unico sindaco ricandidatosi e confermato è a Bianzè, dove Maurizio Marangoni (Bianzè – Una realtà che cresce) ha battuto lo sfidante Luciano Galvani (Insieme per Bianzè).

Nei prossimi giorni tutti nomineranno i vicesindaci e assegneranno le deleghe.

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Pubblicità

Nuova stagione teatrale al Civico di Vercelli

Pubblicità

Pubblicità Alice Castello

Pubblicità

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Francesco Borasio
September 16, 2017 Francesco Borasio

Impossibile non condividere il testo......oltre agli schiamazzi,una occhiata ai numerosi rifiuti gettati a terra è [...]

vedi articolo
Stefano Di Tano
September 11, 2017 Stefano Di Tano

Sono pienamente d'accordo con la disamina del direttore, e la ritengo fra le più chiare [...]

vedi articolo
gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo