CIGLIANO: Corgnati (Pd) è candidato alla RegioneArticolo precedente
VILLAREGGIA: Una nuova formula per il Palio Si disputerà dal 7 al 14 giugnoArticolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

MONCRIVELLO: Sindaco: Ariagno o Pissinis?

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
MONCRIVELLO: Sindaco: Ariagno o Pissinis?
Articoli correlati

MONCRIVELLO. (d.g.) Da almeno un mese la richiesta è, da parte un po’ di tutti, quella di «aspettare, perché sono in corso incontri e trattative». A quarantott’ore dalla scadenza per la presentazione di liste e programmi, però, qualcosa filtra.

Le liste, salvo sorprese dell’ultim’ora, saranno due. Una è quella che – come annunciato mesi fa su queste colonne – vede riunirsi i due gruppi di minoranza nell’attuale Consiglio comunale, “L’Onda Nuova” (rappresentata da Massimo Pissinis, Luca Lisco ed Emanuela Tos) e “Rinnovo per Moncrivello” (che ha un solo esponente in Consiglio, Piero Santià). Tutti i quattro consiglieri uscenti avrebbero intenzione di ripresentarsi, e il candidato a sindaco viene indicato in Massimo Pissinis, di professione architetto.

L’altro schieramento – a fronte di un passo indietro del sindaco uscente Giovanni Carlino, della vicesindaco Maria Bernardina Curto Monge e dell’assessore Anna Maria Ferrari – dovrebbe essere guidato da Giovanni Ariagno, molto noto nel circondario per essere stato per anni titolare dell’autoscuola di Livorno Ferraris.

Individuati i candidati a sindaco, gli ultimi giorni vengono utilizzati per completare le liste, ciascuna formata da un numero variabile fra sette e dieci elementi. Dai rumors delle ultime ore parrebbe essersi auto-escluso Domenico Ferraro, che negli ultimi anni con gli altri membri del gruppo “Rinnovo per Moncrivello” ha condotto serrate indagini sull’uso del patrimonio della Fondazione Valleris e sulla gestione urbanistica dell’area pianeggiante del paese, quella intorno ai centri commerciali al confine con Cigliano. Sull’altro fronte, si dà per probabile Gianna Ariagno quale vicesindaco di Giovanni Ariagno.

Ricordiamo che cinque anni fa la competizione elettorale si concluse sul filo di lana: Carlino, che nel 2004 aveva vinto con oltre il 60% dei consensi, si fermò al 41,5: 430 voti, solo 16 in più dello sfidante Pissinis. Santià ottenne 192 voti (18,5%), e così per cinque anni i due gruppi che insieme rappresentavano quasi il 60% dell’elettorato sono stati in minoranza in Consiglio. Ora tentano la riunificazione, fra un mese sapremo se i moncrivellesi apprezzeranno.

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Pubblicità

Pubblicità

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo
gie-uaugizzu
June 11, 2017 gie-uaugizzu

Per la cronaca: qualche giorno prima della commissione sono stato contattato da Renato Bianco, in [...]

vedi articolo
direttore
June 07, 2017 direttore

bene: tutti d'accordo sul sorteggio, allora, metodo migliore per evitare (possibili) favoritismi. se domenica ai [...]

vedi articolo