FONTANETTO PO: Al Viotti un Elisir d'amore fresco e contemporaneoArticolo precedente
VILLAREGGIA: La Giunta approva i programmi triennali anticorruzione, per trasparenza e paritàArticolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

LIVORNO FERRARIS: Presentata l’Unione delle Terre del riso

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
LIVORNO FERRARIS: Presentata l’Unione delle Terre del riso

LIVORNO FERRARIS. Formata dai Comuni di Livorno Ferraris, Fontanetto Po e Palazzolo, diverrà operativa dopo l’approvazione dei tre Consigli. Nasce da un dialogo costruttivo, dalla volontà di collaborare e fare qualcosa per il territorio.

Nasce in questi giorni l’Unione delle Terre del riso, composta dai Comuni di Fontanetto Po, Livorno Ferraris e Palazzolo. Il progetto, che diverrà operativo 30 giorni dopo l’approvazione dei tre Consigli comunali, è stato presentato congiuntamente sabato 8 febbraio nella sala consiliare di Palazzo Ferraris a Livorno.

«C’erano le condizioni per avere un dialogo costruttivo, basato sulle persone e non sulle Amministrazioni », afferma Stefano Corgnati, sindaco di Livorno; «l’Unione nasce dalla volontà di collaborare e di fare qualcosa per il territorio; guardando l’attuale situazione caotica almeno riusciamo a mettere dei pilastri, unire le esperienze ». Se da un lato «vanno mantenute salde le singola identità» dall’altra «va custodita l’unitarietà del territorio» sotto l’egida di valori culturali caratterizzanti, come la stessa dicitura dell’Unione individua.

L’Unione fra i tre Comuni consentirà di operare al di là delle imposizioni normative dello Stato, delle scadenze differite e anche delle dell’insuccesso di alcune unioni: «è la messa in comune di un progetto» che aggregherà 7 mila abitanti «che saranno rappresentati sul territorio e ci permetterà di essere concorrenziali, ad avere valore come interlocutori rispetto a Comuni di maggiori dimensioni, come Trino e Crescentino, e ad altre aggregazioni che nasceranno ». «Avremo la possibilità di assumere personale» ha rilevato Maria Luisa Poy, sindaco di Palazzolo: l’Unione è nata confrontandosi con le tre sigle sindacali, il che solitamente non avviene, ma il passo era particolarmente importante e delicato. L’Unione può infatti derogare dal patto di stabilità, promuovendo investimenti e opere, si può pensare in prospettiva ad una stazione appaltante unica e a uffici pubblici con suddivisione tra lavori pubblici e privati. Prospettiva di crescita, alla quale anche i sindacati hanno plaudito, ma per la quale hanno chiesto garanzie precise in caso di scioglimento.

L’aspetto economicoamministrativo è stato studiato da Riccardo Vallino, sindaco di Fontanetto. Oltre alla deroga al patto di stabilità i bandi e finanziamenti, da regionali a europei, si rivolgono a Unioni e aggregazioni; per acquisti e spese potranno ottenere costi e modalità più vantaggiose.

Capofila dell’Unione sarà Livorno, ma «si lavorerà molto su sinergia e informatizzazione dei servizi, sarà difficile, ma ci vuole un salto di qualità ». Portando la sua esperienza trascorsa, l’Unione non sarà «un gioco di percentuali» bensì un incontro a tutti i livelli, i tre enti stanno anche redigendo un calendario unico degli eventi e manifestazioni.

Martedì 11 febbraio il Consiglio comunale di Livorno ha ratificato l’adesione all’Unione; oggi, mercoledì 12, si esprime Fontanetto Po e domani, giovedì 13, quello di Palazzolo; i primi servizi ad essere condivisi sono la Polizia locale e la Protezione civile.

Silvia Baratto

Nella foto: Gli amministratori dei tre Comuni alla presentazione.

Corgnati (Livorno)
Mantenere le identità e custodire l’unitarietà del territorio

Poy (Palazzolo)
Avremo la possibilità di assumere personale fuori dal patto di stabilità

Vallino (Fontanetto)
Avremo vantaggi per accedere a bandi e finanziamenti

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Nuova stagione teatrale al Civico di Vercelli
Dario Casalini al Civico di Vercelli

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Francesco Borasio
September 16, 2017 Francesco Borasio

Impossibile non condividere il testo......oltre agli schiamazzi,una occhiata ai numerosi rifiuti gettati a terra è [...]

vedi articolo
Stefano Di Tano
September 11, 2017 Stefano Di Tano

Sono pienamente d'accordo con la disamina del direttore, e la ritengo fra le più chiare [...]

vedi articolo
gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo