CRESCENTINO: Ufficio urbanistica, di 55 ne restano 4Articolo precedente
VILLAREGGIA: Festeggiati gli anniversari di matrimonioArticolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

LIVORNO FERRARIS: “L’Africa insegna: stereotipi in discussione”

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
LIVORNO FERRARIS: “L’Africa insegna: stereotipi in discussione”

LIVORNO FERRARIS (r.l.) A Palazzo Ferraris interessante conferenza di Cristina Contini su Terzo Mondo e consumismo.

Sabato 7 dicembre nella sala del Consiglio comunale a Palazzo Ferraris, alla presenza di un folto pubblico, si è tenuta la conferenza “L’Africa insegna: stereotipi in discussione”, tenuta dalla giovane Cristina Contini. L’iniziativa è stata promossa dall’assessore comunale alla cultura Bianca Mezzalama.

Contini, laureata in Economia e management internazionale, lavora come consulente finanziario esterno per Pavu Ngo di Dar Es Salaam in Tanzania, organizzazione non governativa e si occupa di raccolta fondi internazionali, consulenza di strategie di sviluppo e redazione progetti. Durante la serata livornese è stata data lettura della lettera di una dottoressa in economia che vive in Tanzania e con cui la Contini ha vissuto durante il soggiorno in Africa.

Lo spunto su cui ha invitato a riflettere la conferenza è molto profondo: la società industrializzata e che vive nel benessere è sottoposta a stress e insoddisfazione; ma, a pensarci bene, cos’è tutta quest’ansia di cui si soffre e perché non si riesce ad essere felici e soddisfatti? Ci sono ospedali, scuole, acqua potabile da bere, la possibilità di camminare liberi per strada e dire quello che si pensa. Ci sono zone del mondo dove questi diritti primari non ci sono e non sono garantiti, come possono sentirsi coloro che vivono lì? E’ seguita una riflessione sulla via che ha preso la società basata sul consumismo.

L’incontro è terminato con la proiezione di un video provocatorio, in cui delle popolazioni dei cosiddetti Paesi sottosviluppati, poveri ma sorridenti, regalavano termosifoni a popolazioni bellissime ma infreddolite dalla neve e dal gelo e tristi. Nell’occasione sono stati raccolti fondi che serviranno a costruire un ambulatorio medico in cui ricoverare e curare donne e bambini affetti da Aids, emarginati e lasciati morire soli. La cifra necessaria per farlo è di 3500 euro.

Nella foto: Palazzo Ferraris.

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Nuova stagione teatrale al Civico di Vercelli
Dario Casalini al Civico di Vercelli

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Francesco Borasio
September 16, 2017 Francesco Borasio

Impossibile non condividere il testo......oltre agli schiamazzi,una occhiata ai numerosi rifiuti gettati a terra è [...]

vedi articolo
Stefano Di Tano
September 11, 2017 Stefano Di Tano

Sono pienamente d'accordo con la disamina del direttore, e la ritengo fra le più chiare [...]

vedi articolo
gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo