VILLAREGGIA: la festa Articolo precedente
CRESCENTINO: “Donne nel mondo”, un aiuto per quelle che si trovano in difficoltàArticolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

LIVORNO FERRARIS: dall’«utente a sportello» all’«utente su appuntamento»

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo

Livorno Ferraris. (r.l.) Modificati gli orari di apertura al pubblico. «Saranno potenziate le interazioni per via telematica».

Stefano Corgnati sindaco di Livorno ferraris

Sono stati recentemente modificati gli orari di apertura al pubblico degli uffici comunali. Un cambiamento voluto dal sindaco Stefano Corgnati, e messo in pratica «dopo aver puntualmente monitorato in questi otto mesi gli afflussi di gente agli sportelli e, nel contempo, le modalità di lavoro degli uffici stessi».

Secondo il primo cittadino «Prima di tutto è indispensabile modernizzare il rapporto con il pubblico, passando dal vecchio modello “utente a sportello” a un più attuale ed efficace modello “utente su appuntamento”: quindi da un modello “molti a uno” ad un modello “uno a uno”. Ciò è, tra l’altro, propedeutico all’inevitabile passaggio dei Comuni alle Unioni dei Comuni, con il conseguente accorpamento dei servizi su un singolo ente».

Il sindaco spiega che per operare i cambiamenti è stato monitorato il processo in atto, sono stati esaminati oggettivamente i dati e quindi è stata definita una nuova impostazione del servizio. Una modalità di erogazione del servizio che, prima di essere estesa a tutti gli uffici, è stata sperimentata sull’ufficio tributi, operando su appuntamento: questo consente all’utente di introdurre via telefono o e-mail la necessità / problematica all’ufficio di competenza, e all’ufficio, di prepararsi per fornire una adeguata risposta; infine ci si incontra “faccia a faccia” per la risoluzione della questione. Con il nuovo orario, da un lato si mantengono ore di apertura al pubblico, sfalsate a giorni alterni, per dare continuità di servizio a chi ha l’abitudine di recarsi direttamente in Comune, dall’altro si apre la piena disponibilità a fronte di esigenze puntuali, anche di tipo logistico legate agli orari di lavoro degli utenti, di fissare appuntamenti ad hoc con gli uffici nell’orario più consono all’utente e gli uffici possono essere contattati al telefono o via email.

Questo nuovo modello, secondo Corgnati, «è fondamentale non solo per migliorare la qualità del servizio indirizzandolo a una sempre maggiore personalizzazione, ma anche per incrementare l’efficienza operativa dei nostri uffici. L’esperienza quotidiana in Comune ha fortificato la mia convinzione che è divenuta certezza, che gli ampi orari di apertura comportavano unicamente una inaccettabile diluizione nel tempo dei lavori svolti dai nostri uffici: non c’era mai, in sintesi, un chiaro stacco tra le ore dedicate allo sportello utenti e le ore dedicate al lavoro sulle faccende operative, che si sono moltiplicate negli ultimi anni a valle degli obblighi imposti dallo Stato. Quindi – aggiunge – quando si fa sportello ci si concentra sull’utente, quando si lavora ci si concentra sul lavoro. C’è inoltre piena necessità da parte degli uffici di momenti di confronto con il segretario e gli amministratori, momenti che non si possono sovrapporre con quelli di sportello utente. Per migliorare il servizio anche a fronte di un continuo depotenziamento del personale, il modello da sviluppare deve spingersi sempre più verso quello di “servizio individuale” con un rapporto diretto tra ufficio e utente, potenziando anche tutte le interazioni via telematica su cui stiamo investendo. Tutto ciò – conclude il sindaco – è ancor più importante oggi in cui stiamo traghettando verso le Unioni di Comuni, dove i servizi verranno centralizzati e erogati dall’Unione e non dal singolo Comune».

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Nuova stagione teatrale al Civico di Vercelli
Dario Casalini al Civico di Vercelli

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Francesco Borasio
September 16, 2017 Francesco Borasio

Impossibile non condividere il testo......oltre agli schiamazzi,una occhiata ai numerosi rifiuti gettati a terra è [...]

vedi articolo
Stefano Di Tano
September 11, 2017 Stefano Di Tano

Sono pienamente d'accordo con la disamina del direttore, e la ritengo fra le più chiare [...]

vedi articolo
gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo