Pro, un altro punticino. Ma resta ultimaArticolo precedente
«Aprire le porte ai fratelli che vengono da lontano»Articolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

LivaNova, incontro tra amministratore delegato e sindacati

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
LivaNova, incontro tra amministratore delegato e sindacati
Articoli correlati

Il ceo McDonald: la vendita del settore CRM è avviata, dalla prossima settimana inizieranno le visite dei potenziali acquirenti. Intanto l’azienda chiede 13 settimane di cassa integrazione

SALUGGIA. Nel primo pomeriggio di oggi il ceo di LivaNova, l’australiano Damien McDonald, ha incontrato i rappresentanti territoriali dei sindacati per fare il punto sulla situazione dell’azienda. L’incontro era stato chiesto dopo la pubblicazione dell’intenzione di LivaNova di «valutare la possibilità di vendere l’area di business Cardiac Rhytm Management (CRM)», che nel sito di Saluggia impegna circa 250 lavoratori e che il board aziendale non ritiene più strategica.
McDonald ha confermato l’intenzione di vendere: la business unit ha un valore di circa 250 milioni di euro, e vi sono già manifestazioni di interesse da parte di potenziali acquirenti: aziende del settore biomedicale che però attualmente non hanno in portafoglio questo asset. La prossima settimana alcune agenzie incaricate di valutare le potenzialità della business unit CRM inizieranno visite e sopralluoghi nel sito produttivo saluggese.

La posizione del sindacato
«Come è noto – spiega Severino Gasparini, responsabile della Filctem-Cgil – il sindacato in tutti questi anni non si è mai sottratto al confronto per la riorganizzazione e ristrutturazione del sito, tanto che dall’originaria Sorin si è giunti ad avere quattro distinte aziende con diverse mission: LivaNova, DiaSorin, Cid e GiPharma. Anche stavolta siamo pronti al confronto sull’eventuale cessione del ramo d’azienda, ma sulla base di due requisiti: il mantenimento delle lavorazioni nel sito di Saluggia e il mantenimento del massimo livello di occupazione».

Il settore valvole
A differenza del CRM, il settore valvole è considerato da LivaNova come uno dei propri core business, e quindi verrà mantenuto. C’è però il problema – ha detto McDonald – che in questo momento dal punto di vista occupazionale «ci sono numeri in più rispetto ai volumi prodotti». Su questo – aggiunge Gasparini «il confronto sarà difficile e problematico, perché in Italia le politiche del governo negli ultimi anni hanno ridotto le protezioni sociali; noi metteremo in campo azioni per mantenere il più possibile i livelli di occupazione».

Tredici settimane di cassa
Il problema è che oggi i magazzini di LivaNova sono pieni: non perché quest’anno si sia prodotto più del solito, ma perché si è venduto molto meno. L’azienda ha quindi annunciato di aver chiesto per la quasi totalità dei dipendenti del sito saluggese 13 settimane di cassa integrazione, che probabilmente per i lavoratori del settore CRM verranno utilizzate tutte (fino a Natale) e per gli altri settori “a singhiozzo” (si parla di 6-7 settimane) a seconda delle esigenze. Settimane di “cassa” che si aggiungono a quelle già utilizzate nel primo semestre.
Per martedì 26 i sindacati hanno convocato l’assemblea dei lavoratori, a cui comunicheranno i dettagli dei colloqui avuti nei giorni scorsi con la dirigenza dell’azienda.

Umberto Lorini

[nella foto: un reparto produttivo di LivaNova; nel riquadro il ceo Damien McDonald]

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Nuova stagione teatrale al Civico di Vercelli
Dario Casalini al Civico di Vercelli

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Francesco Borasio
September 16, 2017 Francesco Borasio

Impossibile non condividere il testo......oltre agli schiamazzi,una occhiata ai numerosi rifiuti gettati a terra è [...]

vedi articolo
Stefano Di Tano
September 11, 2017 Stefano Di Tano

Sono pienamente d'accordo con la disamina del direttore, e la ritengo fra le più chiare [...]

vedi articolo
gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo