Estorsione al parroco di MoncrivelloArticolo precedente
Il Comune non compra più l’oratorioArticolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

L’Avgia ha festeggiato i 25 anni

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
L’Avgia ha festeggiato i 25 anni

TRINO. La sede trinese è frequentata da una decina di persone diversamente abili seguite da volontari. AVGIA: Il gruppo dell’Associazione Vercellese Giovani Invalidi e Amici.

Importante traguardo raggiunto dall’Avgia, l’Associazione Vercellese Giovani Invalidi e Amici. Il gruppo infatti ha compiuto 25 anni di attività e, domenica 5 ottobre, ha festeggiato questa ricorrenza. Fondata nel 1972 al rione Cappuccini di Vercelli, l’Avgia è arrivata a Trino nel 1989, grazie all’iniziativa di Flavio Degaspari, figura molto conosciuta in città e tuttora indimenticata, e di alcuni amici.

L’associazione da quel momento e nel corso degli anni è cresciuta, ha proposto diverse iniziative, è soprattutto diventata un punto di riferimento per molti trinesi e non solo. “Ci sono persone impedite nell’esercizio delle libertà e dei diritti umani più elementari a causa di handicaps fisici e psichici, a causa di disadattamento e di emarginazione, che vivono ai margini della società in stato di abbandono. L’Associazione, ispirandosi ai principi della solidarietà umana, intende farsi carico delle problematiche dei disabili psichici e fisici in età post-scolare perché possano raggiungere una efficace promozione degli assistiti nella vita civile ed economica” recita lo statuto della onlus.

Il raggiungimento del primo quarto di secolo ha quindi rappresentato l’occasione giusta per ripercorrere questo periodo e festeggiare in compagnia dell’Amministrazione comunale e di altre associazioni locali, da sempre vicine all’Avgia, come sottolineato dal presidente don Alberto Colombo. Domenica in parrocchia è stata celebrata la messa, mentre nel pomeriggio la sede di piazza Garibaldi è rimasta aperta per essere visitata e per un brindisi.

Al momento la sezione trinese è frequentata da più di dieci persone diversamente abili, seguite da dodici volontari che si alternano nella loro assistenza. Una realtà ormai consolidata, apprezzata e parte della vita cittadina.

Simone Ottavis

Nella foto: Un momento della festicciola in sede.

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Pubblicità

Pubblicità

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Francesco Borasio
September 16, 2017 Francesco Borasio

Impossibile non condividere il testo......oltre agli schiamazzi,una occhiata ai numerosi rifiuti gettati a terra è [...]

vedi articolo
Stefano Di Tano
September 11, 2017 Stefano Di Tano

Sono pienamente d'accordo con la disamina del direttore, e la ritengo fra le più chiare [...]

vedi articolo
gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo