A Crescentino un convegno su “Sviluppo economico, diritto del lavoro e tutela dell'ambiente”Articolo precedente
Nucleare: il Governo vuole ridurre le Articolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

La Pro Vercelli cade anche ad Ascoli

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
La Pro Vercelli cade anche ad Ascoli

La squadra di Longo sconfitta 3-1. Sabato al “Piola” arriva il Benevento. La Mantia fuori per almeno due mesi.

In quella che, nelle dichiarazioni della vigilia, doveva essere «la partita del riscatto», la Pro dopo nemmeno un’ora era sotto di tre reti. Il gol della bandiera l’ha segnato nel finale un difensore, l’esordiente Konate, entrato da pochi minuti.
Come di consueto, la Pro domina nel possesso palla ma non concretizza; gli avversari, invece, approfittano degli errori difensivi dei vercellesi e portano a casa i punti.
Le iniezioni granata – Aramu e Vives, arrivati dal Torino nel mercato di riparazione – per ora non fungono da ricostituente per le bianche casacche. Il bilancio delle quattro partite finora disputate dalla Pro nel 2017 è disastroso: tre sconfitte e un pareggio, due gol segnati e otto subiti.
La classifica resta corta (c’è affollamento ai piani medio-bassi, basterebbero un paio di vittorie per tornare in acque tranquille), ma attualmente vede la Pro in piena zona retrocessione: terz’ultima con 25 punti, seguita solo dalla Ternana (23) e dal Trapani (21).
Sabato al “Piola” arriva il Benevento, neopromossa che sta lottando per salire in Serie A. Mancherà ancora La Mantia (l’infortunio rimediato con lo Spezia è piuttosto grave, ne avrà per un paio di mesi), è nuovamente disponibile Vajushi (che oggi ad Ascoli ha giocato il secondo tempo).

ASCOLI (4-3-3): Lanni; Mogos, Augustyn, Mengoni (dal 78′ Gigliotti), Felicioli; Addae, Cassata, Giorgi (dall’85’ Bianchi); Orsolini, Favilli, Bentivegna (dal 62′ Perez). A disposizione: Ragni, Lazzari, Cinaglia, Gatto, Almici, Slivka. All. Aglietti.
PRO VERCELLI (3-5-2): Zaccagno; Legati, Bani (dal 72′ Konate), Luperto; Germano, Emmanuello (dal 46′ Vajushi), Vives (dal 67′ Castiglia), Palazzi, Mammarella; Aramu, Comi. A disposizione: Gilardi, Berra, Eguelfi, Morra, Starita, Osei. All. Longo.
Arbitro: Ros di Pordenone
Reti: 4′ Orsolini (A), 38′ Favilli (A), 50′ Orsolini (A), 84′ Konate (PV)
Ammoniti: Felicioli (A), Augustyn (A), Mengoni (A), Mammarella (PV), Castiglia (PV), Addae (A).

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Pubblicità

la prima pagina del giornale in edicola

Mercoledì 10 Dicembre 2014 la prima pagina del giornale in edicola

Pubblicità

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Combine per far dimettere l’opposizione? Potete attaccarvi al tram. | Paola Olivero
December 29, 2014 Combine per far dimettere l’opposizione? Potete attaccarvi al tram. | Paola Olivero

- essere rinviato a giudizio per calunnia nei confronti di un pubblico dipendente http://www.lagazzetta.info/pasteris-denuncia-il-geom-ceresa-per-abuso-dufficio-e-peculato-ma-e-un-bo… [...]

vedi articolo
Jokrah
August 12, 2014 Jokrah

La toponomastica funziona. Dovrebbero funzionare però anche i ritrovamenti archeologici. Anche nell'area nord orientale del [...]

vedi articolo