Un regolamento per la designazione degli scrutatori? MacchéArticolo precedente
Teatro: Articolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

La Pro perde ancora, ed è ultima da sola

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
La Pro perde ancora, ed è ultima da sola

Al “Piola” 1-2 con il Cittadella. Girone di andata terminato con 11 sconfitte su 18 partite. Ora una pausa (e il calciomercato), si riprende il 20 gennaio a Frosinone

VERCELLI. (u.l.) – La Pro Vercelli chiude il girone di andata come l’aveva iniziato: con una sconfitta davanti al proprio pubblico. E lo chiude all’ultimo posto in classifica, perché l’Ascoli dopo aver cambiato allenatore ha cominciato a fare punti ed ora ne ha 20, mentre la Pro è ferma a quota 18 da tre giornate.

Mister Atzori presenta il solito 4-1-2-3 ereditato da Grassadonia ma anche stavolta lascia fuori Firenze: gli esterni alti sono Vajushi a sinistra e la sorpresa Germano a destra; in panchina anche Raicevic, il centravanti è Morra; Konate e Rocca non sono nemmeno in distinta: forse sono già in vacanza, o più probabilmente in partenza. Il Cittadella si schiera con il collaudato 4-3-1-2, con Chiaretti alle spalle delle punte Litteri e Kouamé.

La partita «fondamentale», «la più importante dell’anno» – diceva Atzori alla vigilia – inizia subito nel peggiore dei modi: al 2′ c’è una punizione per il Cittadella al limite dell’area, Chiaretti la calcia benissimo e mette la palla nel sette: 0-1. Esultanza dei trenta veneti in curva est, gelo nel resto dello stadio semivuoto.
L’unica reazione della Pro arriva al 14′, quando Vives tira centralmente da fuori area: Alfonso respinge con i pugni.
Poco dopo la mezz’ora si infortuna Altobelli: esce al 36′ sostituito da Bifulco, che si piazza all’ala destra; Germano scala a centrocampo.
La prima frazione di gioco si conclude con la fiera dei cross inutili: Vajushi, Mammarella e Bifulco mettono in area palloni che nesuno sfrutta. Si va al riposo sullo 0-1.

Ripresa: dopo tre minuti esce anche Legati, zoppicante: in panchina c’è Jidayi che – citiamo ancora Atzori – «ha pienamente recuperato e in settimana ha lavorato con la squadra», ma ad entrare in campo è Bruno.
Al 55′ il Cittadella raddoppia: batti e ribatti nell’area bicciolana, la difesa cincischia, la palla arriva a Iori che di testa insacca alle spalle di Marcone: 0-2.
Atzori rischia allora l’ultimo cambio: al 59′ entra Polidori al posto di Vajushi. Ed è proprio Polidori, all’85’, ad approfittare dell’uscita sbagliata di Alfonso e a mettere in rete, di testa, un lancio di Berra: 1-2. Quattro minuti di recupero, ma la Pro non punge e la partita si conclude con l’ennesima sconfitta. I duemila tifosi lasciano mestamente gli spalti.

Con una squadra così, è evidente, si retrocede: lo dicono i numeri (18 punti in 21 partite) e lo dice il (non) gioco. Il cambio di allenatore non è servito a nulla: la Pro ha vinto l’ultima partita l’11 novembre, da allora solo due pareggi e cinque sconfitte, e soprattutto troppa gente che non sa che fare con la palla tra i piedi. Il campionato riprenderà il 20 gennaio (con la Pro a Frosinone, sul campo di una squadra lanciata verso la Serie A), prima di allora c’è una finestra di calciomercato, il presidente Secondo e il direttore sportivo Varini hanno promesso rinforzi. Stasera in tribuna c’era il portiere Pigliacelli (che a Vercelli disputò un’ottima stagione ma che a Pescara sta giocando poco), ma quello del portiere è l’ultimo dei problemi di questa squadra senza nerbo, senza entusiasmo e senza idee. Auguri.

PRO VERCELLI (4-1-2-3): Marcone; Berra, Legati (3’ st Bruno), Bergamelli, Mammarella; Vives; Castiglia, Altobelli (36’pt Bifulco); Germano, Morra, Vajushi (14’ st Polidori). A disposizione: Nobile, Raicevic, Ghiglione, Barlocco, Gilardi, Firenze, Pugliese, Jidayi. All. Atzori.
CITTADELLA (4-3-1-2): Alfonso; Salvi, Pelagatti, Scaglia, Benedetti; Bartolomei, Iori, Settembrini (44’ st Pasa); Chiaretti (18’ st Maniero); Litteri (37’ st Strizzolo), Kouamé. A disposizione: Paleari, Pezzi, Arrighini, Adorni, Fasolo, Camigliano. All. Venturato.
Arbitro: Di Paolo di Avezzano
Reti: 2′ Chiaretti (C), 55′ Iori (C), 85′ Polidori (PV)
Ammoniti: Iori (C), Vives (PV), Chiaretti (C), Bifulco (PV), Castiglia (PV).

[nella foto: Vives controllato da Chiaretti e Litteri]

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

<

Scegli l’argomento o la tua città

Nuova stagione teatrale al Civico di Vercelli
Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Francesco Borasio
September 16, 2017 Francesco Borasio

Impossibile non condividere il testo......oltre agli schiamazzi,una occhiata ai numerosi rifiuti gettati a terra è [...]

vedi articolo
Stefano Di Tano
September 11, 2017 Stefano Di Tano

Sono pienamente d'accordo con la disamina del direttore, e la ritengo fra le più chiare [...]

vedi articolo
gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo