I Tribù Soca: in pieno vercellese musica caraibica e ritmi africaniArticolo precedente
La storia dell’antica chiesa di Sant’Anna a CiglianoArticolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

La borragine: calma la tosse, abbassa la febbre ed è utile per curare le malattie della pelle

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo

La borragine (borago officinalis) è una pianta molto comune in Liguria, dove viene coltivata a scopo alimentare. Ha foglie larghe ed un poco pelose, mentre i fi ori sono d’un blu molto particolare, imitato sia dai pittori per dipingere il manto della Madonna (il famoso “blu Madonna”) sia dai tappezzieri medievali nelle decorazioni delle loro opere.

la borragineA parte il pregevole aspetto estetico, la borragine ha innumerevoli virtù benefiche e salutari per l’organismo umano. Essa contiene calcio, potassio e sali minerali. Il suo succo è ricco di mucillagine ideale per calmare la tosse. È sudorifera, perciò abbassa la febbre e cura le malattie da raffreddamento, bronchiti e reumatismi. Disintossica l’organismo ed è tonica, diuretica, depurativa, utile anche per le malattie della pelle, compreso l’herpes.

Se consumiamo la borragine come alimento dobbiamo ricordare che mantiene meglio le sue proprietà se cruda, mentre in caso di cottura sono sufficienti pochi minuti per l’operazione ed è necessario buttare via l’acqua adoperata. Il succo s’estrae a freddo per spremitura e va bevuto subito, perché s’ossida facilmente e può provocare dolori addominali.

È ottima come verdura di contorno, ma anche per ripieni, polpette, involtini, crocchette. Le foglie tenere si possono tritare crude nelle insalate, decorandole anche con i fi ori. Il suo delicato sapore di cetriolo s’accompagna bene con i formaggi freddi e lo yogurt, ma anche con le insalate di pomodori e di patate bollite, fritte in pastella o per fare involtini.

Ricetta di involtini di borragine. Lavare con uno spazzolino morbido le foglie più grandi della borragine e scottarle in acqua bollente salata. Metterle su di un canovaccio e posarvi sopra una fetta di prosciutto cotto ed una fettina d’emmenthal od una sottiletta. Arrotolare formando degli involtini, metterli in una teglia da forno coperti di panna, cuocere per qualche minuto e gustare ben caldi.

Mirta

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Pubblicità

Pubblicità

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Francesco Borasio
September 16, 2017 Francesco Borasio

Impossibile non condividere il testo......oltre agli schiamazzi,una occhiata ai numerosi rifiuti gettati a terra è [...]

vedi articolo
Stefano Di Tano
September 11, 2017 Stefano Di Tano

Sono pienamente d'accordo con la disamina del direttore, e la ritengo fra le più chiare [...]

vedi articolo
gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo