Le Solite Storie nel primo album del giovane rapper maglionese CrivensArticolo precedente
SANTHIA: Magliola, presto un incontro fra azienda e sindacatiArticolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

Il sedano di monte: depurativo, diuretico ma soprattutto… potente afrodisiaco

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo

sedano di monteIl sedano di monte (nome scientifico levisticum officinalis) è una pianta perenne della famiglia delle ombrellifere, originaria dell’Asia minore ma coltivata sin dall’antichità nell’intera Europa. È molto difficile trovarla allo stato selvatico, tuttavia è conosciuta ed apprezzata dai montanari che la coltivano e l’usano da millenni, tanto che non esiste quasi baita in altura che non abbia la sua bella pianta riparata dal vento vicino al muro di casa. Le foglie ed i fiori sono molto simili a quelli del sedano comune, ma il sapore ed il profumo sono molto più intensi. La coltivazione è semplice e può iniziare dalla semina oppure dalla riproduzione per talea, dividendo i cespi in autunno od in primavera. Il sedano di monte è ricco di sostanze minerali e vitamine, ha proprietà depurative e diuretiche ed anche digestive e carminative, ma è soprattutto considerato un potente afrodisiaco. In effetti, è uno stimolante delle ghiandole surrenali e sessuali, perché contiene alcuni ormoni analoghi ai feromoni presenti negli animali, che servono anche come richiamo olfattivo. L’industria alimentare usa questo sedano come ingrediente nei dadi per brodo. Dalla pianta si trae praticamente tutto: foglie, fusti, semi, frutti, radici. Va rilevato che essa contiene cumarine ed ha sapore molto forte e perciò va usata a piccole dosi. I frutti in infuso sono digestivi ed inalandone i vapori si elimina il catarro. Le foglie secche sono la base per tisane aromatiche e salutari ed il decotto di radici essiccate è un ottimo diuretico. Le foglie fresche sono usate in dosi minime in cucina come condimento per minestre, intingoli, frittate, per il pesce bollito od alla griglia ed anche tritate, sui formaggi freschi, ricotta ed insalate. I semi, come quelli del finocchio, vengono usati per insaporire il pane, i dolci e le confetture di frutta. Le radici essiccate e macerate per 15 giorni in un buon vino bianco secco servono come digestivo da prendere dopo i pasti. Tutta la pianta contiene un olio essenziale che elimina i calcoli renali e vescicali, promuove la sudorazione e la secrezione biliare. Il brodo di sedano di monte è efficace contro la raucedine ed il mal di gola. Il succo fresco ha azione cicatrizzante, ma è indicato anche come cura per i dolori reumatici.

Mirta

Nella foto: il sedano di monte.

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Pubblicità

Pubblicità

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Francesco Borasio
September 16, 2017 Francesco Borasio

Impossibile non condividere il testo......oltre agli schiamazzi,una occhiata ai numerosi rifiuti gettati a terra è [...]

vedi articolo
Stefano Di Tano
September 11, 2017 Stefano Di Tano

Sono pienamente d'accordo con la disamina del direttore, e la ritengo fra le più chiare [...]

vedi articolo
gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo