CIGLIANO: Concorso nazionale di educazione stradale, premiato l’Istituto “Don Evasio Ferraris”Articolo precedente
ALICE CASTELLO: Il progetto di recupero di Articolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

Dai semi antichi il pane vero

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
Dai semi antichi il pane vero
Articoli correlati

Domenica a Maglione e a Moncrivello una giornata su cultura e tradizione del pane, agricoltura contadina, sostenibilità ed arte.

Si è svolta domenica 13 aprile la manifestazione “Dai semi antichi al pane vero”, iniziata a Maglione e conclusasi a Moncrivello. È stata organizzata dalle associazioni culturali Orto Etico e Duchessa Jolanda, dal Comune di Maglione, con la partecipazione speciale del Coordinamento Contadino Piemontese e d’A.Bio.N. (Associazione Biologi Nutrizionisti). La data prescelta, quasi in coincidenza col plenilunio di primavera, ricorda che fin dagli albori della storia molti popoli antichi hanno sempre festeggiato ritualmente questo evento come momento di risveglio della natura, quindi come rinnovamento.

La giornata è cominciata nella mattina a Maglione con una passeggiata ed una visita al vecchio mulino di Ritangela Santià, che ha coinvolto ed ha fatto felici 44 allievi delle primarie di Moncrivello e Vestignè, accompagnati dalle proprie maestre e dall’assessore comunale alla cultura, Paolo Viletto, con Fioretta Ferraris, presidente di Duchessa Jolanda.

Il maestro panificatore Ermanno Vigliani di cascina Escuelita di Montalto Dora ha insegnato loro come si può fare il pane con farine macinate a pietra. L’impasto così preparato è stato poi cotto nell’antico forno della Torre di Ponente del Castello di Moncrivello, riutilizzato dopo oltre due secoli d’abbandono. La porta del forno era stata costruita dal nonno dell’attuale castellana ed organizzatrice della manifestazione, Elda Viletto. Prima della cottura dell’impasto preparato dagli studenti seguendo gli insegnamenti di Vigliani si è svolta una prova “di collaudo” in anteprima per assicurarsi sul funzionamento del forno. La sua accensione, passaggio molto delicato, è stata curata da Elio Moisello, mentre il pane era stato preparato con bravura dal moncrivellese Piero Santià: l’esito è stato soddisfacente per bontà gustativa e bellezza delle forme. Anche la cottura del pane dei bambini è andata benissimo ed ha permesso di gustare le pagnotte da loro preparate.

La manifestazione è poi proseguita sempre al Castello di Moncrivello, che ha ospitato una mostra mercato d’attività sostenibili e di prodotti biologici d’ogni tipo. Si è anche tenuto un pranzo incentrato sul pane e chiamato appunto “Mille modi di gustare il pane”.

Altri tre importanti eventi sono stati la conferenza ed il dibattito su “Riprendiamoci un’agricoltura per la salute”, l’esposizione di quadri d’Eugenio Guarini e le rappresentazioni sceniche di Simona Ugolotti, Fuga da Alveopoli e Semiseri.

Guarini, già professore di filosofia presso il Liceo di Rivarolo, è un pittore che s’ispira anzitutto all’impressionismo francese, però in maniera profondamente originale. I suoi quadri sono coloratissimi e straordinariamente intensi e vigorosi, con un’autentica esplosione di colori ed immagini che trasmettono gioia di vivere. A Moncrivello ha voluto fare una mostra di quadri di pittura digitale, che sono stati molto apprezzati dal pubblico. Le rappresentazioni sceniche di Simona Ugolotti hanno invece inteso dar corpo in forma ironica ai problemi seri che colpiscono l’agricoltura e l’ambiente, come l’inquinamento che avvelena gli animali e le politiche di controllo sui semi, primo anello della catena alimentare.

Nella foto: Gli studenti che a Maglione hanno imparato a fare il pane.

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Nuova stagione teatrale al Civico di Vercelli
Dario Casalini al Civico di Vercelli

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Francesco Borasio
September 16, 2017 Francesco Borasio

Impossibile non condividere il testo......oltre agli schiamazzi,una occhiata ai numerosi rifiuti gettati a terra è [...]

vedi articolo
Stefano Di Tano
September 11, 2017 Stefano Di Tano

Sono pienamente d'accordo con la disamina del direttore, e la ritengo fra le più chiare [...]

vedi articolo
gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo