VERCELLI: Terre d’Acqua: le sentenze il 20 febbraioArticolo precedente
BASKET: Nel campionato di Promozione la Pallacanestro Trino cade malamente sul campo del ValenzaArticolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

CRESCENTINO: Spaccata notturna al “Compro oro”

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
CRESCENTINO: Spaccata notturna al “Compro oro”

Crescentino. A Crescentino, nella centralissima via Mazzini, nella notte tra venerdì e sabato. I ladri hanno sradicato dal muro la cassaforte, che però era quasi vuota.

Va a vuoto la spaccata notturna al “Compro vendo oro” di via Mazzini 89. I malviventi credevano di trovare i soldi nella cassaforte, che invece era stata quasi completamente svuotata dal titolare per motivi di sicurezza prima di chiudere il negozio. E’ accaduto intorno alle 2 della notte tra venerdì e sabato.

Secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri i ladri si sono introdotti nel negozio passando dalla porticina nel vicolo laterale. Una volta all’interno del “Compro vendo oro”, i malviventi hanno sradicato dal muro il forziere. Tra gli inquilini che abitano gli alloggi sopra il negozio nessuno pare abbia sentito nulla, forse perché probabilmente il rumore dei ladri è stato coperto da quello prodotto dai mezzi spazzaneve in azione.

Una volta sradicato dal muro il forziere, i ladri si sono dileguati portando via la cassaforte, che però è risultata essere quasi vuota. In queste ore i carabinieri della stazione di Crescentino e del nucleo investigativo di Vercelli stanno visionando le telecamere presenti nella zona. La spaccata ha però sollevato la protesta dei crescentinesi, che non si sentono più sicuri.

Ancora una volta è la centralissima via Mazzini ad essere territorio di bande, creando preoccupazione tra i commercianti. Poco meno di un mese fa, era la notte del 13 gennaio, una banda di rapinatori aveva tentato il furto al “Centro Tim”, che si trova proprio di fronte al “Compro vendo oro”. Una coincidenza? Quella notte i ladri avevano sfondato la serranda del negozio di telefonia con un’auto, poi abbandonata sul posto perché un vicino di casa, svegliato dal rumore, aveva cercato di bloccare l’azione dei ladri lanciando i vasi di fiori che aveva sul balcone.

Andrea Bucci

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Nuova stagione teatrale al Civico di Vercelli
Dario Casalini al Civico di Vercelli

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Francesco Borasio
September 16, 2017 Francesco Borasio

Impossibile non condividere il testo......oltre agli schiamazzi,una occhiata ai numerosi rifiuti gettati a terra è [...]

vedi articolo
Stefano Di Tano
September 11, 2017 Stefano Di Tano

Sono pienamente d'accordo con la disamina del direttore, e la ritengo fra le più chiare [...]

vedi articolo
gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo