VERRUA SAVOIA: La sezione sanitaria militare della Croce Rossa assiste i senzatetto in un dormitorio di TorinoArticolo precedente
SALUGGIA: Per trascorrere “un anno da eroi” con la Pro Loco di Sant’AntoninoArticolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

CRESCENTINO: Servono più attenzione e dialogo (e magari anche un po’ di soldi)

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
Articoli correlati

Antonella Dassano Marco Canuto Massimo Greppi

CRESCENTINO. (s.b.) Le richieste del mondo della scuola alla prossima Amministrazione comunale.

Poche, ma di spessore le richieste che arrivano dal mondo della scuola: alla prossima Amministrazione comunale si domanda maggiore attenzione e dialogo.

«Più collaborazione e apertura – rileva Antonella Dassano, maestra – da alcuni abbiamo avuto disponibilità, da altri spesso il muro di gomma». L’insegnante cura i progetti ambiente e lavora in sintonia col Parco del Po; servirebbe «più sostegno economico, dove possibile». Un aspetto delicato è il rapporto tra la scuola e i servizi sociali, da non dimenticare, anzi mantenere vivo e attivo.

«La collaborazione non può mancare – osserva anche Marco Canuto, insegnate di matematica alla media – porgo un augurio: che ci sia un giusto approccio, che vengano supportati gli slanci, le iniziative, i progetti degli insegnanti, dando visibilità a ciò che viene fatto o magari solo rilevando che il docente sta lavorando in un certo modo. I progetti richiedono tempo e volontà; in Paesi stranieri viene data più importanza alla scuola, qui si fa fatica ad andare avanti anche se ci si mette entusiasmo». «Basterebbe una maggiore attenzione – concorda Massimo Greppi, presidente del Consiglio d’Istituto – sappiamo che i soldi non ci sono, almeno avere più disponibilità, piccole migliorie; non vanno fatte per gli adulti, ma per i ragazzi».

Se ci fossero anche fondi servirebbero, sono molte le necessità della scuola, «ma in mancanza di quelli l’attenzione: intanto mettere mano al servizio mensa, è vero che è esterno, ma se non si possono ritoccare i prezzi almeno controllare la qualità, il Comune paga, c’è un capitolato, verificare come è gestita. Inoltre serve un locale per il “progetto panino”, un aiuto per la sorveglianza ». Altra nota dolente lo scuolabus, «maggiore disponibilità per le uscite per far spendere il meno possibile alle famiglie».

Il presidente non ha dubbi: «la scuola è una priorità, viene prima dell’asfaltatura di una strada, quella si può rattoppare, questa no»; l’attenzione è qualità, non quantità o visibilità, l’ideale sarebbe sostenere ogni iniziativa e necessità, ma dovendo scegliere «meglio sovvenzionare un progetto in meno ma dare i servizi necessari ».

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Nuova stagione teatrale al Civico di Vercelli
Dario Casalini al Civico di Vercelli

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Francesco Borasio
September 16, 2017 Francesco Borasio

Impossibile non condividere il testo......oltre agli schiamazzi,una occhiata ai numerosi rifiuti gettati a terra è [...]

vedi articolo
Stefano Di Tano
September 11, 2017 Stefano Di Tano

Sono pienamente d'accordo con la disamina del direttore, e la ritengo fra le più chiare [...]

vedi articolo
gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo