SALUGGIA: Nessun colpevole per la morte di Alessandro ScavettaArticolo precedente
BOCCE - Crescentino/Santhià/Cigliano: Demichelis e Milano promossi in serie CArticolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

CRESCENTINO: Inseguimento e sparatoria a Crescentino

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
CRESCENTINO: Inseguimento e sparatoria a Crescentino

CRESCENTINO. Martedì poco dopo le 18.30 in via Giotto: un furgone non si è fermato a un posto di controllo. Tamponate le auto in sosta e quelle ferme al semaforo. I carabinieri bloccano due uomini, uno è in ospedale.

Inseguimento e sparatoria, poco dopo le 18.30 di martedì 14 gennaio, in via Giotto, in pieno centro della città. Secondo una prima ricostruzione fornita dai carabinieri, tre persone sospette, a bordo di un furgone cassonato di colore rosso, non avrebbero rispettato l’alt imposto da una pattuglia dell’Arma impegnata in un normale posto di controllo. L’autista del furgone nel tentativo di sfuggire alla cattura avrebbe a questo punto perso il controllo del mezzo e tamponato alcune auto, almeno cinque, alcune delle quali ferme in sosta a bordo strada e altre ferme in prossimità del semaforo che regola l’incrocio tra via Giotto e via Odetti.

Nella carambola due automobilisti fermi al semaforo, un uomo e una donna, hanno riportato lievi contusioni. Per fermare la corsa del furgone, al termine di un breve inseguimento, i carabinieri hanno anche esploso in aria alcuni colpi di pistola. Vistisi in trappola, i tre avrebbero abbandonato a centro strada il furgone danneggiato e, stando ad alcune testimonianze, l’autista avrebbe anche cercato di aggredire e malmenare i militari che nel frattempo l’avevano raggiunto per ammanettando. Poco più tardi si è proceduto all’identificazione di due dei tre occupanti del mezzo (il terzo risulta tutt’ora ricercato), poco più che trentenni e originari dell’Est Europa. Uno è stato poi trasferito Sant’Andrea di Vercelli per alcune lesioni, forse provocate da un proiettile che l’avrebbe colpito di striscio; l’altro è stato interrogato per tutta la notte negli uffici della caserma crescentinese. Per il momento sono da considerarsi in stato di fermo. Per tutta la notte la scientifica ha effettuato rilievi sulla scena dell’incidente.

Nella foto: I rilievi dei carabinieri sono proseguiti per tutta la serata (foto Bucci)

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Pubblicità

Pubblicità

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Francesco Borasio
September 16, 2017 Francesco Borasio

Impossibile non condividere il testo......oltre agli schiamazzi,una occhiata ai numerosi rifiuti gettati a terra è [...]

vedi articolo
Stefano Di Tano
September 11, 2017 Stefano Di Tano

Sono pienamente d'accordo con la disamina del direttore, e la ritengo fra le più chiare [...]

vedi articolo
gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo