Sassi contro il treno dei pendolariArticolo precedente
Nuovi sindaci in sette ComuniArticolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

Crescentino: Greppi è sindaco con meno di 1350 voti

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
Crescentino: Greppi è sindaco con meno di 1350 voti
Articoli correlati

CRESCENTINO. (s.b.) ELEZIONI COMUNALI Dopo due mandati e cinque anni all’opposizione viene rieletto con il 29% dei consensi.

Il nuovo sindaco di Crescentino è Fabrizio Greppi. Alla guida della lista “Insieme per Crescentino” è tornato in Municipio per iniziare il suo terzo mandato, guidando una compagine di centrodestra che comprende amministratori già rodati nelle precedenti legislature e giovani alla prima esperienza.

Molti volti nuovi anche nelle altre cinque liste, due delle quali (“Avanti Crescentino” con Leo Alati e “Crescentino in MoVimento” con Roberto Tunnera) non avranno alcun rappresentante in Consiglio comunale. Momenti di concitazione ed ansia allo spoglio delle schede quando sembrava che la prevista vittoria di Greppi venisse messa in forse dall’avanzata di Gian Maria Mosca e della lista “Crescentino Ricomincia”, ma alla fine ha prevalso Greppi. Terzo Franco Allegranza con i “Democratici per Crescentino”, seguito da Gabriele Massa con “La città che cambia”: epilogo scontato della divisione del centro sinistra.

I risultati confermano sostanzialmente le previsioni della vigilia: l’alta probabilità di vittoria (seppur con numeri non esaltanti) della compagine di Greppi, secondo e terzo posto a Mosca e Allegranza, restava da verificare in quale ordine per sapere chi avrebbe portato con sé un secondo consigliere; Massa quarto, ma comunque in Consiglio, mentre l’assemblea sarebbe stata certamente preclusa ad Alati e Tunnera. In leggero calo l’affluenza, che nel 2004 si era attesta al 78.7% per poi risalire al 79.3% nel 2009 e quindi arrivare al dato odierno 74.41%.

Il Consiglio comunale di insediamento potrebbe tenersi già la prossima settimana, in quale Sala consiliare si vedrà, se quella solita al primo piano o quella ricavata dal teatro storico, posta nel sottotetto. Di certo il sindaco modificherà talune abitudini della passata legislatura sulle quali aveva già espresso le proprie critiche: le riunioni consiliari si terranno nel pomeriggio e non più la sera, così se occorresse consultare atti o documenti gli impiegati ed i funzionari sono in servizio, chi è preposto ad essere presente all’assemblea non peserà sul bilancio a motivo degli straordinari e non vi sarà necessità di avere un vigile che staziona sul pianerottolo, pratica che Greppi ha più volte indicato come inutile, costosa e dispersiva.

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Pubblicità

Pubblicità

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Francesco Borasio
September 16, 2017 Francesco Borasio

Impossibile non condividere il testo......oltre agli schiamazzi,una occhiata ai numerosi rifiuti gettati a terra è [...]

vedi articolo
Stefano Di Tano
September 11, 2017 Stefano Di Tano

Sono pienamente d'accordo con la disamina del direttore, e la ritengo fra le più chiare [...]

vedi articolo
gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo