La Giunta: «Troppi ritardi nell’individuazione del sito per il deposito nazionale Sogin non deve costruire depositi temporanei nell’area della centrale “Fermi”»Articolo precedente
SALUGGIA: Il Comune vuol comprare l’area “ex Quaglino”Articolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

CRESCENTINO: Centrale CH4, il Comune ritira anche la seconda ordinanza

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
Articoli correlati

CRESCENTINO. (b.l.) Per evitare un’altra bocciatura da parte del Tribunale Amministrativo Regionale. Congedati i legali dello studio Monti: Venegoni torna ad affidarsi all’avvocato Scaparone.

L’ordinanza del Segretario comunale Lucia Piazza emessa lo scorso 23 luglio che imponeva alla società CH4 la chiusura della centrale a biomasse, e poi impugnata dalla CH4 stessa, è stata ritirata dal Comune martedì 21 gennaio, alla vigilia dell’udienza di merito presso il Tribunale Amministrativo Regionale. La vicenda aveva avuto avvio con l’ordinanza estiva a cui è prontamente seguita la richiesta di sospensione da parte dei titolari della CH4 Giovanni Barra e Marco Brizio: richiesta immediatamente accolta dal tribunale amministrativo.

La sindaca Marinella Venegoni e il Segretario comunale Lucia Piazza

Nella foto: La sindaca Marinella Venegoni e il Segretario comunale Lucia Piazza.

Nell’udienza dell’11 settembre i magistrati avevano stabilito che “ la misura adottata dal Comune di Crescentino con l’ordinanza n. 24/2013 (recante l’ordine di immediata sospensione delle attività di gestione e produzione dell’impianto di digestione anaerobica e lo spegnimento dell’impianto stesso) non sembra trovare adeguata giustificazione negli esiti degli accertamenti istruttori svolti da Arpa e Asl, i quali hanno sì evidenziato l’esistenza di un disagio per la popolazione residente nelle immediate vicinanze dell’impianto a causa delle emissioni odorigene provenienti dallo stesso, ma non di un pericolo concreto ed attuale per la salute pubblica, di modo che l’atto impugnato, oltre che non adeguatamente motivato, appare altresì sproporzionato rispetto allo specifico interesse pubblico che intende tutelare”.

L’udienza successiva, di merito, si sarebbe tenuta il 23 gennaio. In questo lasso di tempo la sindaca Marinella Venegoni, che ha seguito in prima persona la questione, e gli amministratori hanno riflettuto sul da farsi insieme agli avvocati dello studio Monti, Giorgio Razeto, Giuseppe Greppi e Massimo Conti. Pochi giorni prima dell’udienza al Tar i legali dello studio Monti sono stati ricusati e l’incarico è stato affidato all’avvocato Paolo Scaparone. Il legale torinese ha ritenuto opportuno il ritiro dell’ordinanza e l’apertura di un nuovo iter. Condivide la scelta l’assessore Gianni Taverna: «Quell’ordinanza non poteva reggere, l’avevo già detto che non sarebbe stata adeguata». Commenta il consigliere di minoranza Gian Maria Mosca: «L’avevo detto subito che quella era un’ordinanza ridicola, e avevo chiesto che la ritirassero per farne una con tutti i requisiti. Non mi hanno dato retta, hanno perso sei mesi e speso 15 mila euro per farsi dire le stesse cose». Ora l’Amministrazione comunale intende convocare Asl, Arpa e Provincia ad un “tavolo tecnico” per valutare «alla luce dei sopralluoghi, degli atti di Arpa e Asl, dell’installazione dell’impianto di abbattimento degli odori un maggior controllo e altre prescrizioni».

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Nuova stagione teatrale al Civico di Vercelli
Dario Casalini al Civico di Vercelli

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Francesco Borasio
September 16, 2017 Francesco Borasio

Impossibile non condividere il testo......oltre agli schiamazzi,una occhiata ai numerosi rifiuti gettati a terra è [...]

vedi articolo
Stefano Di Tano
September 11, 2017 Stefano Di Tano

Sono pienamente d'accordo con la disamina del direttore, e la ritengo fra le più chiare [...]

vedi articolo
gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo