BORGO D'ALE: Anche domenica centinaia di visitatori al consueto mercatino dell'usato e nonArticolo precedente
LIVORNO FERRARIS: In duecento alla serata “Chef for Li-Fe”Articolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

CIGLIANO: Candidato sindaco, sempre più probabile Anna Rigazio

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
CIGLIANO: Candidato sindaco, sempre più probabile Anna Rigazio
Articoli correlati

Cigliano. (v.l.) Elezioni comunali: la maggioranza uscente, “Insieme per il futuro di Cigliano”, sta definendo la lista. «Ho dato al gruppo la mia disponibilità, ma abbiamo davanti ancora alcune settimane di riflessione».

Le elezioni comunali di primavera s’avvicinano e certamente coloro che intendono parteciparvi si stanno preparando, sebbene al momento i nomi dei candidati non siano ancora stati resi ufficiali.

La maggioranza in carica, “Insieme per il futuro di Cigliano”, non ha per ora deciso chi sarà il candidato alla carica di sindaco. L’attuale primo cittadino Giovanni Corgnati è alla scadenza del suo secondo mandato consecutivo, cosicché non potrà ripresentarsi. Tuttavia, anche se il candidato non è ancora stato stabilito definitivamente, all’interno del gruppo – come anticipato da la Gazzetta qualche settimana fa – si pensa anzitutto all’attuale vicesindaco Anna Rigazio, maestra elementare, molto conosciuta in paese. Lei non conferma né smentisce: «Ho dato al gruppo di cui faccio parte la mia disponibilità », spiega, «ma da qui alle elezioni abbiamo davanti ancora alcune settimane di riflessione. Mi è stato chiesto di impegnarmi e ho accettato, ma i giochi sono tutt’altro che chiusi: prima dobbiamo comporre la rosa dei possibili candidati della lista, poi prenderemo tutti insieme una decisione sulla mia candidatura». In ogni caso, aggiunge la Rigazio, «chiunque verrà eletto dovrà gestire un’eredità pesante, perché Corgnati è stato un grande sindaco: ha portato a casa ottimi risultati ed è sempre stato a disposizione dei ciglianesi».

Frattanto il gruppo ha iniziato una serie di consultazioni con i cittadini per predisporre il programma. Recentemente si è tenuto nel salone incontri un pubblico dibattito con la cittadinanza. Erano presenti a confrontarsi con il pubblico il sindaco Corgnati, il vicesindaco Rigazio, gli assessori e consiglieri Giovanni Rocco Cena, Bruna Filippi, Livio Autino, Gianni Castelli e Stefano Bertotto.

Gli amministratori comunali hanno anzitutto ripercorso con uno sguardo panoramico e di sintesi le attività e gli impegni di questi quasi dieci anni di mandato, confrontandoli con i programmi che erano stati precedentemente stilati. Si sono così ricordate iniziative realizzate con successo, come l’installazione del grande impianto fotovoltaico nell’ex cava Viazza o la raccolta differenziata. Si è anche parlato dei piani, elaborati sulla base d’una programmazione a lungo termine, che si sarebbero voluti realizzare, ma che non hanno potuto essere compiuti principalmente a causa dei vincoli imposti dal patto di stabilità, come è avvenuto per il noto caso del palazzo Carpeneto di Bagnasco, per il cui restauro sarebbero esistite le risorse finanziarie necessarie però bloccate dalla legislazione nazionale. Una situazione analoga si è presentata per il progetto di ristrutturazione dell’ex asilo di via san Francesco: l’intento era di realizzare sedici alloggi d’edilizia popolare, che avrebbero dovuto aggiungersi ad altri cinque preesistenti; in questo caso è venuto meno il previsto finanziamento dalla regione Piemonte. Corgnati e gli altri amministratori di “Insieme per il futuro di Cigliano” hanno anche disquisito dei lavori che si calcola di poter portare a compimento entro breve termine, quali la demolizione di palazzo Carpeneto, la creazione di un nuovo parcheggio lungo via IV Novembre, nuove strade in città per migliorare la viabilità.

Sono quindi seguiti gli interventi e le domande del pubblico, fra cui hanno trovato spazio sia le proposte, sia le lamentele e le critiche. Molte richieste concernevano la domanda d’un maggiore controllo del centro urbano e del territorio per meglio garantire la sicurezza dei cittadini da furti domestici ed anche per assicurare il transito stradale contro la prassi diffusa di parcheggiare i propri veicoli nelle zone vietate, con disagi per la circolazione. Altri suggerimenti riguardavano invece l’edilizia, come l’idea di restaurare gli edifici vetusti ovvero abbandonati e vuoti, risolvere nei limiti del possibile il problema della presenza di strutture contenenti amianto, accrescere la disponibilità di parcheggi.

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Nuova stagione teatrale al Civico di Vercelli
Dario Casalini al Civico di Vercelli

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Francesco Borasio
September 16, 2017 Francesco Borasio

Impossibile non condividere il testo......oltre agli schiamazzi,una occhiata ai numerosi rifiuti gettati a terra è [...]

vedi articolo
Stefano Di Tano
September 11, 2017 Stefano Di Tano

Sono pienamente d'accordo con la disamina del direttore, e la ritengo fra le più chiare [...]

vedi articolo
gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo