ECCELLENZA: Pareggio ad occhiali per uno spuntato Orizzonti UnitedArticolo precedente
Venerdì 21 marzo - Santhià: Convegno Articolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

CALCIO – SERIE D: Santhià, la salvezza ora è un miraggio

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
CALCIO – SERIE D: Santhià, la salvezza ora è un miraggio

LAVAGNESE 2
SANTHIA’ 0

Rete: 14′ pt Currarino, 44′ pt Amirante. Lavagnese: Cammarota (38′ st Nora), Rusca, Garrassi (24′ st Boggiano), Avellino, Di Leo, Venuti, Abdullah, Poesio, Geografo, Amirante (34′ st Santi), Currarino. A disp. Cilia, Damiani, Croci, Della Cella, Dell’Anna, C. Bianchi. All. Dagnino. Santhià: Cerruti, Francese (26′ st Guerriero), Costanzo (16′ st Bellingheri), Mancuso, Bassaoulè, Eron, Macrì, Brugnera (5′ st Bertagna), Bogo Barcelos, Bosco, Comotto. A disp. Dipaolo, La Cava, Sigismondi, Ceci, Dashi, Renan. All. Nisticò.
Arbitro: Leo di Roma.
Note: espulso Eron (S) al 30′ pt per somma di ammonizioni.

Dopo la vittoria della settimana scorsa sull’Albese, il Santhià riassapora ben presto l’amaro gusto della sconfitta. Non era facile uscire indenni dal campo della Lavagnese, una delle squadre più in forma del momento e che nel 2014 non ha ancora perso. Una battuta d’arresto che vede i granata agganciati dalla Pro Dronero a quota 18: una posizione che costringerebbe le due squadre a spareggiare per non retrocedere direttamente in Eccellenza. Sempre se si giocheranno i playout. Le due squadre hanno infatti più dei “canonici” 10 punti di distacco da Derthona e Albese (11 per l’esattezza) che non permetterebbero, regolamento alla mano, di prendere parte alla post season per evitare la discesa di categoria. Attualmente quindi Santhià, Pro Dronero e Verbania (che sembra la più spacciata della compagnia) filerebbero dritte dritte in Eccellenza.

A Lavagna mister Nisticò deve rinunciare allo squalificato Atomei e il già sterile attacco senza una vera punta di ruolo è affidato tutto sulla fantasia a corrente alternata del brasiliano Barcelos, affiancato da Bosco e da qualche timido inserimento di Macrì. I bianconeri sono in palla sin dall’avvio e iniziano subito a tambureggiare la porta di Cerruti. Amirante fa il bello e il cattivo tempo mettendo a ferro e fuoco la difesa granata che vacilla e crolla per la prima volta al 14′. E’ Currarino a mettere in fondo al sacco sfruttando come meglio non potrebbe la giocata proprio di Amirante. Il Santhià stenta a reagire e fatica ad imbastire azioni pericolose che possano impensierire la porta dei liguri. Alla mezzora Eron incassa il secondo cartellino giallo di giornata e lascia i suoi in inferiorità numerica. Nisticò prova a riorganizzare la truppa serrando i ranghi, ma poco prima dell’intervallo Amirante decide di prendersi la meritata gloria personale e raddoppia al termine di un’azione fulminea che difatti sancisce la fine della gara con un tempo di anticipo. Nella ripresa la Lavagnese non infierisce su un avversario apparso troppa poca cosa per tornare dalla terra ligure con un risultato positivo. E domenica al “Pairotto” arriva il Chieri.

ROBERTO VANNICOLA

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

<

Scegli l’argomento o la tua città

Nuova stagione teatrale al Civico di Vercelli
Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Francesco Borasio
September 16, 2017 Francesco Borasio

Impossibile non condividere il testo......oltre agli schiamazzi,una occhiata ai numerosi rifiuti gettati a terra è [...]

vedi articolo
Stefano Di Tano
September 11, 2017 Stefano Di Tano

Sono pienamente d'accordo con la disamina del direttore, e la ritengo fra le più chiare [...]

vedi articolo
gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo