Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli, contributi al territorio per 1,9 milioniArticolo precedente
La dura legge del gol: una Pro Vercelli bella ma sciupona regala i tre punti al TrapaniArticolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

Bruzzesi: «Un’unica lista contro Barberis-Farinelli». Rosa: «Mai un’alleanza con il gruppo della Olivero»

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
Bruzzesi: «Un’unica lista contro Barberis-Farinelli». Rosa: «Mai un’alleanza con il gruppo della Olivero»

SALUGGIA. «Non dividetevi! Non spaccate! Ci vuole una sola lista, contrapposta a quella dell’Amministrazione uscente»: è l’ex sindaco Flavio Bruzzesi, all’assemblea pubblica di presentazione del gruppo “Un’altra Saluggia” la sera del 21 ottobre scorso al Centro Vita, ad esortare il gruppo guidato da Emanuele Pedrazzini e quello “Per Saluggia” rappresentato, nell’occasione, da Antonio Castiello, a presentarsi insieme alle elezioni comunali della prossima primavera. «Bisogna unirsi – ha proseguito Bruzzesi -, perché questi [l’Amministrazione Barberis-Farinelli, ndr] devono sparire completamente per almeno cinque anni».
La buona volontà, da parte di “Per Saluggia”, c’è: all’inizio della riunione Castiello aveva sottolineato che «nella presentazione di “Un’altra Saluggia” sono stati ripresi tutti gli undici punti che cinque anni fa stavano nel nostro programma; se si hanno le stesse idee bisognerebbe mettersi insieme». Ma Nicoletta Pozzi ha subito replicato che «magari erano i candidati che si sono presentate cinque anni fa a non essere vincenti…», e Luca Benedetto ha aggiunto: «se volete venire alle nostre riunioni lasciateci le mail e sarete contattati. Non aspettatevi richieste in carta da bollo, quelle non le mandiamo».
Ma se Bruzzesi cerca di fare da ufficiale di collegamento per tentare di unire le truppe, sempre a Sant’Antonino c’è chi di fronte a una simile ipotesi commenta «Vade retro, Satana!»: è l’ex vicesindaco Costanzo Rosa, che di Paola Olivero e del suo gruppo non vuol nemmeno sentir parlare: li dipinge come morti, con tanto di lapide e fiori. E il candidato Luca Benedetto, che già cinque anni fa si presentò (trombato, ahilui) in una lista alternativa a quella della Olivero, è sulla stessa posizione di Rosa: mai un’alleanza con “Per Saluggia”.
Olivero, Castiello, Fabio Pistan e gli altri di “Per Saluggia” dichiarano «il nostro gruppo lavora per unire», alcuni incontri riservati sono in corso. Ma Pedrazzini anziché ascoltare Bruzzesi preferisce seguire le indicazioni di Rosa: «Abbiamo già le tredici persone per presentare la lista, non abbiamo nessuna intenzione di allearci con il gruppo di Paola Olivero». E fra i tredici c’è Filippo Stramaccioni, segretario del locale Circolo del Pd (anch’egli trombato cinque anni fa), che ha abbandonato “Per Saluggia” e stavolta cercherà di essere eletto in Consiglio con “Un’altra Saluggia”.

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Pubblicità

la prima pagina del giornale in edicola

Mercoledì 10 Dicembre 2014 la prima pagina del giornale in edicola

Pubblicità

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

Combine per far dimettere l’opposizione? Potete attaccarvi al tram. | Paola Olivero
December 29, 2014 Combine per far dimettere l’opposizione? Potete attaccarvi al tram. | Paola Olivero

- essere rinviato a giudizio per calunnia nei confronti di un pubblico dipendente http://www.lagazzetta.info/pasteris-denuncia-il-geom-ceresa-per-abuso-dufficio-e-peculato-ma-e-un-bo… [...]

vedi articolo
Jokrah
August 12, 2014 Jokrah

La toponomastica funziona. Dovrebbero funzionare però anche i ritrovamenti archeologici. Anche nell'area nord orientale del [...]

vedi articolo