Chesterton: martedì si parla di Assassinio nella cattedraleArticolo precedente
ALICE CASTELLO: I contributi assegnati dal Comune ad associazioni e a singoli cittadiniArticolo successivo

versione on line de la Gazzetta, giornale di Vercelli e provincia

BORGO D’ALE: Erano in quattrocento “Sui sentieri di Nadia”

Interlinea+- ADimensione del carattere+- Stampa questo articolo
BORGO D’ALE: Erano in quattrocento “Sui sentieri di Nadia”

Borgo d‘Ale. (m.v.-c.car.) Domenica 6 aprile si è svolta l’edizione 2014 di “Sui sentieri di Nadia”, camminata non competitiva, ludica e motoria, nei folti ed estesi boschi circostanti Borgo d’Ale. La manifestazione è stata organizzata come sempre dal gruppo spontaneo degli amici ed amiche di Nadia in collaborazione con l’asd Amici del ciclo e con il patrocinio e sostegno del Comune, della sezione locale di Legambiente e della Pro Loco borgodalese.

Questo evento sportivo si tiene annualmente ed è intitolato alla memoria della podista Nadia Autino, prematuramente scomparsa ormai da undici anni per un male incurabile. Oltre a conservare e incentivare il suo ricordo, gli organizzatori si propongono di condividere ed estendere l’amore per i boschi e le colline di questa parte del nostro territorio, da loro accuratamente dotata di segnaletica e corredata di edicole di legno che illustrano flora e fauna.

I partecipanti si sono ritrovati nella prima mattina presso il piazzale del santuario di Santa Maria della Cella, da cui sono seguite le partenze dei bambini e degli adulti. La camminata si è svolta su tre percorsi di diversa lunghezza, che erano rispettivamente di due, sei, dodici chilometri, ma che hanno avuto tutti partenza ed arrivo presso il piazzale antistante il suddetto edificio consacrato.

Anche la necessità di inserire una deviazione nel percorso per la concomitanza di una manifestazione fuoristradistica non ha inficiato il buon risultato dell’impegno del gruppo, che anzi ha in animo di proporre per il prossimo anno un quarto percorso, rispetto ai tre già segnalati in modo permanente.

L’edizione ha avuto un successo grande e superiore a tutti gli anni precedenti, poiché i partecipanti erano oltre quattrocento. Per fare un confronto si può ricordare che l’edizione del 2013 aveva richiamato circa 250 persone. La camminata “Sui sentieri di Nadia” conosce quindi una popolarità ed una fortuna crescenti, legati sia all’ottima organizzazione, sia allo scenario naturale offerto dai boschi di Borgo d’Ale, dal lago di Viverone e dalle colline del Canavese sullo sfondo, che poteva essere osservato in condizioni particolarmente favorevoli da alcuni punti panoramici. La giornata calda e luminosa ha favorito ulteriormente l’eccellente risultato ed ha abbellito il panorama, risultato assai apprezzato da moltissimi podisti, provenienti dal paese e da molte altre località anche piuttosto lontane della regione.

«Era una persona semplice, ma dalla mente apertissima al mondo, così Tiziana Gastaldi ricorda Nadia. Avida lettrice delle opere di Mario Rigoni Stern, amava la natura e i suoi boschi, avrebbe potuto fare gare di podismo e ben figurare, ma preferiva vivere queste terre senza alcuna competizione, rispettarle e farle conoscere. Questo è l’impegno che dopo la sua scomparsa continuiamo nel suo nome».

0 Commenti

Questo articolo non ha ancora nessun commento

Siamo spiacenti, nessuno ha ancora lasciato un commento !

Ma puoi essere il primo: lascia un commento !

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Scegli l’argomento o la tua città

Pubblicità

Pubblicità

Consiglio Regionale Piemonte

Gli ultimi commenti

gie-uaugizz
June 11, 2017 gie-uaugizz

Scusate, ho dimenticato di sottoscrivere. Fabio Pistan [...]

vedi articolo
gie-uaugizzu
June 11, 2017 gie-uaugizzu

Per la cronaca: qualche giorno prima della commissione sono stato contattato da Renato Bianco, in [...]

vedi articolo
direttore
June 07, 2017 direttore

bene: tutti d'accordo sul sorteggio, allora, metodo migliore per evitare (possibili) favoritismi. se domenica ai [...]

vedi articolo